In data 23 febbraio 2007, Azienda e Organizzazioni Sindacali hanno sottoscritto, presso il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, uno specifico accordo che prevede, tra le altre misure, l'accesso volontario di 2.000 lavoratori alle prestazioni straordinarie del Fondo di Solidarietà.

Il Fondo di Solidarietà - istituito presso l'INPS - ha la finalità di attuare interventi nei confronti dei dipendenti che, nell'ambito ed in connessione con processi di ristrutturazione o di situazioni di crisi o di riorganizzazione o di riduzione o trasformazione di attività o di lavoro, favoriscano il mutamento e il rinnovamento delle professionalità e realizzino politiche attive di sostegno del reddito e dell'occupazione.

In particolare, le prestazioni straordinarie del Fondo consentono l'accompagnamento alla pensione dei lavoratori maggiormente prossimi al raggiungimento dei requisiti pensionistici attraverso il versamento in favore del lavoratore cessato di un assegno straordinario.

L'assegno è pari all'importo netto del trattamento pensionistico spettante, con la maggiorazione dell'anzianità contributiva mancante per il diritto alla pensione di anzianità o di vecchiaia ed è corrisposto per 12 mensilità, ciascuna delle quali comprensiva della quota parte della 13esima, dal mese successivo a quello di cessazione del rapporto di lavoro fino alla fine del mese antecedente a quello previsto per l'effettiva percezione della pensione.

Possono richiedere l'accesso
alle prestazioni straordinarie del Fondo di Solidarietà tutti i dipendenti di Poste Italiane con contratto a tempo indeterminato che maturino i requisiti pensionistici di anzianità o vecchiaia nel periodo compreso tra il 1° luglio 2007 ed il 30 giugno 2012. Tra questi, accedono al Fondo di Solidarietà i 2000 lavoratori maggiormente prossimi al raggiungimento dei requisiti pensionistici, individuati sulla base di una graduatoria.

La graduatoria nazionale definitiva - predisposta da una Commissione paritetica Azienda e Organizzazioni Sindacali - è stata elaborata sulla base delle domande di accesso alle prestazioni straordinarie del Fondo di Solidarietà pervenute nei termini e nei tempi previsti dall'accordo, utilizzando il criterio della maggiore prossimità alla pensione di anzianità o vecchiaia.

Per le situazioni di identica prossimità al raggiungimento di detti requisiti, si è tenuto conto dei maggiori carichi di famiglia ai fini fiscali ed, in caso di ulteriore parità, è stata riconosciuta priorità alle posizioni dei lavoratori già fruitori dei benefici di cui alla L. 104/92 (Tutela dell'handicap).

La graduatoria definitiva qui pubblicata tiene conto delle revoche intervenute ai sensi di quanto previsto dall'accordo sindacale.


Consultazione online delle graduatorie
E' possibile visualizzare la propria posizione individuale inserendo nei campi prestabiliti i propri dati personali.

Per coloro che al momento dell'adesione non hanno fornito l'autorizzazione ai fini della privacy, è stato elaborato un codice di 10 caratteri composto dalle prime due lettere del cognome, le prime due lettere del nome di battesimo (in caso di più nomi vale solo il primo), le sei cifre della data di nascita espresse in ggmmaa (es. Mario Ludovico BIAN..., nato il 10/06/1970 sarà individuabile con il codice BIMA100670). Tale codice deve essere inserito nello spazio riservato al cognome.

Visualizza la posizione
(L'applicazione non è al momento disponibile)