• Quante tipologie di Buoni Fruttiferi Postali esistono?
    Attualmente sono in collocamento diverse tipologie di Buoni Postali, per meglio rispondere a tutte le esigenze della clientela: BFPDiciottomesi, BFPDiciottomesi Plus, BFP3x4, Dedicati ai minori di età, Ordinari, Indicizzati all’inflazione italiana, BFP7insieme, BFP a 3 anni Plus, BFP a 2 anni Plus e BFPFedeltà. Nel corso degli anni sono state emesse altre tipologie di BFP (BFP a Termine, BFP3,50, BFP Indicizzati a scadenza e BFPPremia) che oggi non sono più sottoscrivibili
  • Quanto dura l’investimento in Buoni Fruttiferi Postali?
    La durata massima dell’investimento è correlata alla tipologia di Buono:
    • BFPDiciottomesi: 18 mesi
    • BFPDiciottomesi Plus: 18 mesi
    • BFP 2 anni plus: 2 anni
    • BFP 3,50: 3 anni (dal 27 febbraio 2012 al 24 marzo, la durata è stata di 1 mese)
    • BFP a 3 anni plus: 3 anni
    • BFPFedeltà: 3 anni
    • BFP Indicizzato a Scadenza: 5 anni (dal 5 ottobre 2003 al 31 ottobre 2007 la durata è stata di 7 anni - Dal 1° giugno 2012 non è più sottoscrivibile)
    • BFP7insieme: 7 anni
    • BFP Premia: 7 anni (Dal 1° giugno 2012 non è più sottoscrivibile)
    • BFP Indicizzato all’Inflazione: 10 anni
    • BFP3x4: 12 anni
    • BFP dedicato ai minori: massimo 18 anni
    • BFP Ordinario: 20 anni
  • E’ possibile rimborsare un Buono Fruttifero Postale in anticipo rispetto alla scadenza?
    Si. In questo caso viene rimborsato il 100% del capitale investito e gli interessi maturati fino alla data di rimborso. Tuttavia, non vengono corrisposti gli interessi se non sono trascorsi dalla data di sottoscrizione: 6 mesi per i BFPDiciottomesi, 12 mesi per i Buoni Ordinari; 18 mesi per i Buoni Indicizzati all’Inflazione, i Buoni Dedicati ai minori e i Buoni Indicizzati a Scadenza; 24 mesi per i Buoni BPFPremia; 3 anni per i BFP3x4. Non sono corrisposti interessi in caso di rimborso anticipato dei BFPDiciottomesi Plus, dei BFP 3,50, dei BFP a 2 anni Plus, dei BFP a 3 anni Plus e dei BFPFedeltà. Mentre nel caso di richiesta di rimborso prima della scadenza effettiva, per i BFP7insieme verrà rimborsato il capitale residuo (determinato come differenza tra il capitale investito e la somma dei rimborsi annuali programmati di capitale già percepiti). Non sono corrisposti interessi per i BFP7insieme rimborsati prima della scadenza dei 7 anni.
  • Un buono fruttifero postale può cessare di essere fruttifero?
    Il Buono Fruttifero Postale diventa infruttifero dal giorno successivo alla scadenza naturale del titolo. I Buoni Fruttiferi Postali Ordinari emessi fino al 27/12/2000 restano fruttiferi fino al compimento del trentesimo anno solare successivo a quello di emissione.
  • Qual è la durata dei Buoni Fruttiferi Postali Ordinari?
    I Buoni Ordinari emessi fino al 27/12/2000 (Serie “Z”) hanno una durata di 30 anni. Quelli emessi successivamente (dalla serie “A1” in poi) invece hanno una durata ventennale. Mentre i Buoni Ordinari a trenta anni maturano interessi fino al 31 dicembre dell’anno solare di scadenza del titolo, i Buoni ventennali cessano di essere fruttiferi esattamente alla scadenza del ventesimo anno. Inoltre i Buoni trentennali maturano interessi in regime di capitalizzazione composta nei primi venti anni e in regime di capitalizzazione semplice dal ventunesimo al trentesimo anno, mentre la capitalizzazione degli interessi è composta per tutta la durata dei Buoni Ordinari ventennali.
  • Sono previsti dei costi per i Buoni Fruttiferi Postali?
    I Buoni Fruttiferi Postali possono essere emessi in forma cartacea o dematerializzata. Nel primo caso il sottoscrittore riceve un titolo cartaceo che deve essere presentato presso l’ufficio postale all’atto del rimborso (anticipato o alla scadenza). I Buoni dematerializzati sono rappresentati da una scrittura contabile; è necessario quindi che esista un conto di regolamento (Libretto Postale Nominativo Ordinario o Conto Corrente BancoPosta) la cui intestazione deve coincidere con quella del buono. I BFPDiciottomesi, i BFPDiciottomesi Plus, i BFP a 2 anni Plus, i BFP a 3 anni Plus, i BFP3x4, i BFPFedeltà ed i BFP Ordinari possono essere emessi sia in forma cartacea che in forma dematerializzata; i BFP Indicizzati all’Inflazione ed i BFP7insieme possono essere emessi esclusivamente in forma dematerializzata; i BFP dedicati ai minori vengono emessi in forma cartacea e soltanto per l’emissione sotto forma di Piano di Accumulo in forma dematerializzata.
  • Quali sono le differenze tra un Buono cartaceo e uno dematerializzato?
    I Buoni Fruttiferi Postali possono essere emessi in forma cartacea o dematerializzata. Nel primo caso il sottoscrittore riceve un titolo cartaceo che deve essere presentato presso l'ufficio postale all’atto del rimborso (anticipato o alla scadenza). I Buoni dematerializzati sono rappresentati da una scrittura contabile; è necessario quindi che esista un conto di regolamento (Libretto Postale Nominativo Ordinario o Conto Corrente BancoPosta) la cui intestazione deve coincidere con quella del buono.
    I BFPDiciottomesi, i BFPDiciottomesi Plus, i BFP a 2 anni Plus, i BFP a 3 anni Plus, i BFP3x4, i BFPFedeltà ed i BFP Ordinari possono essere emessi sia in forma cartacea che in forma dematerializzata; i BFP Indicizzati all'Inflazione ed i BFP7insieme possono essere emessi esclusivamente in forma dematerializzata; i BFP dedicati ai minori vengono emessi in forma cartacea e soltanto per l’emissione sotto forma di Piano di Accumulo in forma dematerializzata.
  • I Buoni Fruttiferi Postali possono cadere in prescrizione?
    I Buoni Fruttiferi Postali cartacei si prescrivono a favore dell’Emittente trascorsi dieci anni dalla scadenza del titolo. La prescrizione del titolo fa decadere il diritto al rimborso sia del capitale investito che degli interessi maturati. Invece, i Buoni Fruttiferi Postali dematerializzati non possono cadere in prescrizione in quanto vengono rimborsati alla scadenza e l’importo complessivo è accreditato automaticamente sul conto di regolamento dell’intestatario.
  • E’ possibile rimborsare anticipatamente soltanto una parte del capitale investito in Buoni?
    I Buoni Fruttiferi Postali cartacei sono caratterizzati dall’indivisibilità e non sono rimborsabili parzialmente. Viceversa per i Buoni Fruttiferi Postali dematerializzati è possibile rimborsare una frazione del valore nominale del Buono sottoscritto purché sia per multipli di 250 euro, percependo anche gli eventuali interessi maturati su quella somma. Per i BFP7insieme è possibile rimborsare una frazione del valore nominale solo per importi di 1.000 euro e multipli; il capitale di cui si è chiesto il rimborso non produrrà interessi
  • E’ possibile cointestare i Buoni Fruttiferi Postali?
    È ammessa la cointestazione dei Buoni a più soggetti in numero non superiore a quattro, con facoltà di rimborso disgiunto per ciascun intestatario, fatta salva la possibilità di escludere detta facoltà all’atto della sottoscrizione.
  • E’ possibile rimborsare anticipatamente un Buono intestato ad un minorenne?
    Si. Tuttavia qualora si intenda rimborsare un Buono intestato ai minori di età quando l’intestatario è ancora minorenne, è necessario richiedere un provvedimento di autorizzazione del Giudice Tutelare. Per i Buoni intestati/cointestati ad un minore emessi antecedentemente al 28/12/2000 è sufficiente la firma congiunta di entrambi i genitori.