Addebito Diretto SEPA o Sepa Direct Debit (SDD)

L'addebito diretto SEPA (o SDD), che sostituisce il servizio di domiciliazione (RID), è lo strumento di incasso a livello europeo.

Lo strumento è fondato su un accordo (cosiddetto "mandato") concluso tra il pagatore (debitore) e il beneficiario (creditore), mediante il quale il primo autorizza il secondo a disporre addebiti sul proprio conto corrente per pagamenti ricorrenti (come le utenze o le rate di un prestito) o singoli (es. fatture commerciali o un acquisto qualsiasi).


Consulta l’elenco delle aziende creditrici che dispongono addebiti diretti SEPA relativi ad utenze per le quali la commissione di addebito è gratuita.

Quali sono gli schemi per l'SDD

L'SDD prevede due differenti schemi che variano a seconda della tipologia di debitore:

  • "SDD Core", che sostituisce il RID ordinario/Domiciliazione Pagamenti, si applica nei confronti di qualsiasi tipologia di pagatore, sia esso "consumatore", "microimpresa" o altro soggetto "non consumatore";
  • "SDD Business to Business (B2B)", che sostituisce il servizio di RID veloce, è applicabile esclusivamente se il pagatore assume la qualifica di "microimpresa" o altro soggetto "non consumatore".

Cosa sono le operazioni R

Si definisce operazione R (R-Transaction) un'operazione che non può essere debitamente eseguita per una serie di ragioni prevalentemente tecniche, tra cui, a titolo esemplificativo, la mancanza di fondi, un ordine di richiamo, un importo o una data errati, un conto errato o chiuso.

Quali sono le operazioni R per il prodotto Addebito diretto SEPA

Ordine respinto (Reject), ordine stornato (Return), ordine revocato (Recall) e riaccredito (Reversal).

Cos'è un ordine respinto (reject)

E' una disposizione di incasso scartata, prima del regolamento, per ragioni tecniche rilevate dal PSP del creditore o dal PSP del debitore, o per altre cause tecniche (es. conto chiuso, blocco agli addebiti diretti).

Cos'è un ordine stornato (return)

E' una disposizione di incasso scartata dal PSP del debitore nei 5 giorni operativi successivi al regolamento, per cause tecniche (IBAN errato, presenza di blocchi dispositivi sul conto).

Cos'è un ordine revocato (refusal)

E' una richiesta presentata prima del regolamento dal debitore, il quale per qualsiasi motivo chiede al proprio PSP di non pagare la disposizione di incasso.

Cos'è un riaccredito (reversal)

E' una richiesta di rimborso disposta dal creditore a favore del soggetto debitore, nei 2 giorni operativi successivi all’intervenuto regolamento, a fronte di una disposizione di errato addebito.

Quali sono i vantaggi della SEPA per i consumatori

Per i consumatori, la SEPA consente di eseguire le operazioni di pagamento in euro verso altri paesi dell'area a partire da un unico conto con la stessa facilità e con le stesse condizioni previste per le operazioni di pagamento nazionale.

 

I vantaggi pratici per i clienti consumatori sono:

  • maggiore facilità di inviare somme di denaro a parenti e amici ed effettuare pagamenti in tutti paesi dell’area SEPA grazie alla standardizzazione dei bonifici;
  • maggiore efficienza nel domiciliare le utenze grazie all’armonizzazione delle procedure di incasso diretto;
  • tempi certi di disponibilità di accrediti stipendi e di altri accrediti all’interno di tutta l’area SEPA;
  • possibilità per i cittadini che lavorano o studiano in un altro paese dell’area SEPA di utilizzare lo stesso conto corrente, intrattenuto nel paese di origine, per la gestione dei propri incassi e pagamenti.

Come cambia la gestione del mandato

Diversamente dal servizio RID/Domiciliazione Pagamenti - in cui la delega all'addebito viene rilasciata direttamente dal pagatore al proprio Prestatore di Servizi di Pagamento – in questo caso il mandato all'addebito è sottoscritto e consegnato dal pagatore direttamente al creditore (ad es. il fornitore di ellettricità, gas etc.) il quale provvede alla relativa raccolta, conservazione e alla registrazione di eventuali modifiche/revoche.

Sarà tuttavia possibile che il mandato possa essere acquisito anche presso gli sportelli del Prestatore di Servizi di Pagamento del pagatore (quindi ad es. presso l'Ufficio Postale dove il debitore detiene il proprio conto corrente) nel caso in cui l'azienda creditrice deleghi questo compito al proprio PSP aderendo al modulo avanzato del servizio opzionale di allineamento archivi "SEDA".

Il mandato SEPA decade automaticamente nel caso in cui il creditore non effettui disposizioni d’incasso per 36 mesi.

Come si informa il debitore dell'addebito diretto

Il debitore riceve una comunicazione di preavviso relativo all'addebito diretto, almeno 14 giorni prima della data di scadenza (data di addebito);

Come cambiano i termini di rimborso

La richiesta di rimborso (Refund) da parte del debitore trova due regimi di applicazione differenti in funzione dello schema SDD adottato. In particolare:

  • lo schema Core prevede che il debitore possa richiedere il rimborso entro 8 settimane dalla data di addebito;
  • lo schema B2B non prevede diritto al rimborso.

In caso di disposizione non autorizzata, sia lo schema Core, sia lo schema B2B prevedono la facoltà per il debitore di richiedere il rimborso entro 13 mesi dalla data di intervenuto addebito.

Quali sono i diritti del pagatore

Il pagatore, se classificato come consumatore, può avvalersi di specifiche forme di tutela, impartendo apposite istruzioni al proprio Prestatore di Servizi di Pagamento finalizzate a:

  • limitare ad un determinato importo e/o ad una determinata periodicità l'addebito diretto;
  • bloccare ogni addebito diretto sul proprio conto, ovvero bloccare o autorizzare addebiti diretti disposti da uno o più beneficiari preventivamente individuati.

Eventuali vincoli o limitazioni presenti nelle attuali deleghe rilasciate nell'ambito del Servizio Domiciliazioni pagamenti (es. limiti di importo o numero di addebiti) saranno automaticamente trasferiti nei mandati SDD, e caratterizzeranno la singola autorizzazione migrata agli schemi SEPA.

Potrebbero interessarti anche

Carta BancoPosta Più

Gestisci in modo flessibile gli acquisti di tutti i giorni e le spese più importanti con la carta di credito BancoPosta Più.

Postepay evolution

La carta prepagata nominativa, ricaricabile e con codice IBAN per disporre e ricevere bonifici.

Prestito BancoPosta

Se sei titolare di un conto BancoPosta scopri la soluzione ideale per realizzare tutti i tuoi progetti più importanti.