Assegni

  • Utilizza gli assegni BancoPosta: sono accettati per tutti i pagamenti.
  • Quando emetti un assegno assicurati che il saldo disponibile del tuo conto corrente BancoPosta sia sufficiente a coprirne l'importo.
  • Richiedi l'assegno postale vidimato, un titolo a copertura garantita emesso solo dopo l'acquisizione dei fondi sul conto corrente BancoPosta del correntista richiedente.

Cos'è e come funziona un assegno

Quando devi pagare una cifra importante, per esempio nell'ambito di una compravendita di un'automobile, non sempre è possibile utilizzare la carta. In questi casi puoi utilizzare un assegno assicurandoti che al momento dell'emissione dell'assegno il saldo disponibile del tuo conto sia sufficiente a coprire l'importo dell'assegno che intendi emettere. Quando emetti un assegno, l'importo ti verrà addebitato sul tuo conto solo quando l'assegno sarà effettivamente incassato.

Come richiedere un libretto degli assegni

Per avere un libretto di assegni devi necessariamente essere titolare di un conto corrente. Come correntista BancoPosta puoi richiedere il libretto di assegni all'ufficio postale presso il quale hai aperto il conto o presso qualsiasi ufficio postale se sei titolare di carta Postamat.

Come versare o incassare un assegno

Gli assegni postali sono equiparati a quelli bancari. Questo vale sia per le modalità d'incasso sia per quanto concerne la normativa sul protesto. Su un conto corrente BancoPosta puoi versare qualsiasi tipo di assegno, sia postale, sia bancario.

Come si compila un assegno

Per una corretta compilazione degli assegni devi scrivere sempre il luogo e la data di emissione.
Devi poi scrivere l'importo in cifre (in alto a destra) indicando, dopo la virgola, i centesimi, anche nel caso in cui l'importo non abbia decimali; in tal caso devi indicare due zeri (00) dopo la virgola.
Esempio:

  • 124 euro e 56 centesimi si scrive 124,56
  • 124 euro si scrive 124,00

Quando compili l'importo in lettere devi riportare l'indicazione dei centesimi espressi in cifre, separati con una barra. Esempio:

  • 124 euro e 56 centesimi si scrive centoventiquattro/56
  • 124 euro si scrive centoventiquattro/00

Sono ammesse anche le espressioni: centoventiquattro/56 centesimi, centoventiquattro e cinquantasei centesimi, centoventiquattro e 56 centesimi.

Ricorda infine che è buona norma far precedere e seguire al valore indicato in numeri il simbolo #, in modo che nessuno possa poi modificarlo. Per esempio, se devi emettere un assegno di 124,56 euro, devi scrivere: #124,56#.

Potrebbero interessarti anche

Carta BancoPosta Più

Gestisci in modo flessibile gli acquisti di tutti i giorni e le spese più importanti con la carta di credito BancoPosta Più.

Postepay evolution

La carta prepagata nominativa, ricaricabile e con codice IBAN per disporre e ricevere bonifici.

Prestito BancoPosta

Se sei titolare di un conto BancoPosta scopri la soluzione ideale per realizzare tutti i tuoi progetti più importanti.