Modalità di recapito a giorni alterni – Fase II

Ai sensi dell’art. 3, c. 7 del Decreto Legislativo n. 261 del 1999, come modificato dall’art. 1, comma 276, della L. n.190 del 23 dicembre 2014 (Legge di stabilità 2015), e della delibera AGCom 395/15/CONS, in un’ottica di ottimizzazione dei processi di lavorazione della corrispondenza, a partire dal mese di aprile 2016 sarà progressivamente implementata in ulteriori aree del territorio nazionale la Fase II del nuovo modello di recapito a giorni alterni, già avviato in alcune località dallo scorso mese di ottobre (Fase I).

 

Nello specifico, la consegna degli invii postali verrà effettuata a giorni lavorativi alterni, dal lunedì al venerdì su base bisettimanale (lunedì, mercoledì e venerdì in una settimana – martedì e giovedì in quella successiva).

 

La raccolta degli invii dalle cassette di impostazione sarà effettuata con la medesima frequenza sopra indicata, mentre restano invariate le attività di raccolta presso gli uffici postali.

 

Il nuovo modello di recapito non avrà impatto sugli obiettivi di consegna dei prodotti universali ad eccezione della posta prioritaria (ridenominata "Posta1").

 

Per quest'ultima, gli obiettivi di velocità varieranno da 1 ( J+1) a 3 (J+3) giorni lavorativi, oltre quello di accettazione, a seconda della zona di raccolta/destinazione secondo il seguente schema riassuntivo:

Raccolta Consegna - Zona quotidiana* Consegna - Zona alterna*
Zona quotidiana 1 giorno (J+1) 2 giorni (J+2)
Zona alterna 2 giorni (J+2) 3 giorni (J+3)
*Tempi massimi di consegna definiti dalla Delibera AGCom 396/15/CONS.

Maggiori informazioni sui tempi di recapito degli invii postali sono contenute nella Carta del Servizio Postale Universale di Poste Italiane.

 

Di seguito, l’elenco di tutte le località interessate dal nuovo modello di recapito. Tale elenco è disponibile anche presso gli uffici postali e gli altri Centri di accettazione di Poste Italiane. Come riportato nell’elenco, le tempistiche di avvio del modello per ciascun Comune sono costantemente aggiornate nel rispetto dei termini di preavviso previsti dalla Delibera AGCom 395/15/CONS sopra citata.