dcsimg
La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

Informazioni riguardanti le misure di contenimento del virus COVID-19

Poste Italiane, in ottemperanza ai provvedimenti governativi in materia di contenimento del virus e distanziamento interpersonale, continua a garantire il servizio su tutto il territorio nazionale, nel rispetto della preminente esigenza di tutela della salute dei propri lavoratori e della collettività tutta. A tal fine, considerata l’evoluzione della situazione epidemiologica in atto, l'erogazione dei servizi è rimodulata come segue. Poste Italiane provvede al costante allineamento di tali disposizioni, in funzione dei provvedimenti del Governo in materia. 
Le misure adottate sono state comunicate alla competente Autorità di regolamentazione del settore postale.

Uffici postali

Cerca gli uffici postali del tuo comune abilitati al pagamento delle pensioni: clicca qui.

Poste Italiane garantisce il servizio con un numero omogeneo di uffici postali, aperti in proporzione agli abitanti di ciascun Comune. Sono dunque contingentate le aperture pomeridiane degli uffici aperti su doppio turno (resta almeno un ufficio a doppio turno, nei Comuni con oltre 150.000 abitanti) e di quelli aperti solo al mattino, che osserveranno aperture a giorni alterni (salvo nei Comuni al di sopra 25.000 abitanti).
I cittadini saranno costantemente informati, come di consueto, tramite avvisi affissi all’esterno degli uffici. In tutti gli uffici, inoltre, sono presenti linee di distanza dalle postazioni degli operatori.

Bolgette: in caso di chiusura dell’ufficio postale che eroga il servizio, gli invii potranno essere consegnati presso il centro di accettazione Grandi Clienti di competenza. Gli invii potranno altresì essere spediti singolarmente (a tariffa retail) presso tutti gli uffici postali. Per verificare giorno e orario di apertura dei suddetti centri, consulta questa pagina.

Si informa, inoltre, che  è stato sospeso il servizio di prenotazione online dell'appuntamento in ufficio postale (Prenota Ticket).

In tutto il territorio nazionale i titolari di Conto BancoPosta, Libretto di Risparmio o Postepay Evolution, possono richiedere gratuitamente l’accredito della pensione.

I possessori di carta Postamat, Carta Libretto e Postepay Evolution, che hanno già scelto l’accredito della pensione, possono prelevare i contanti negli oltre 7000 Postamat.

Modalità di erogazione del servizio di recapito

Corrispondenza non a firma

Il servizio di PostaTarget è momentaneamente sospeso fino a nuova comunicazione.



Corrispondenza a firma

Ai sensi dell’art.108 del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 (cd. “Cura Italia”), il recapito di invii raccomandati, assicurati e le notifiche a mezzo posta ex legge 890/82 (atti giudiziari e multe) sull’intero territorio nazionale è effettuato, previo accertamento della presenza del destinatario o di persona abilitata al ritiro,tramite immissione dell’invio nella cassetta domiciliare o in altro luogo presso il medesimo indirizzo indicato contestualmente dal destinatario o dalla persona abilitata al ritiro. La firma è apposta dall’operatore postale sui documenti di consegna, in cui è attestata anche la suddetta modalità di recapito.
Gli invii in contrassegno o con consegna a mani proprie (es. contenenti carte d'identità) saranno depositati direttamente presso l’ufficio postale, previo rilascio dell’avviso di giacenza.
I termini di giacenza saranno estesi per gli invii raccomandati e assicurati da 30 a 60 giorni.
Il servizio PosteInteractive è momentaneamente sospeso fino a nuova comunicazione.
 

Pacchi e corriere espresso

Anche per i pacchi e gli invii di corriere espresso nazionali, il network di Poste Italiane sta attuando soluzioni per venire incontro alle esigenze di consegna, nel rispetto delle misure impartite dall’Autorità.
A tale scopo, l’addetto provvederà all’immissione dell’invio nella cassetta domiciliare o in luogo indicato dal destinatario o altra persona abilitata, informando lo stesso di tale modalità di consegna ed attestandola, in qualità di incaricato di pubblico servizio, con la propria firma sui modelli di consegna e gli avvisi di ricevimento.
In alternativa, ove possibile, prima della consegna, verrà trasmesso al destinatario - via sms o via email - un codice di 5 numeri, che dovrà essere comunicato all’addetto al momento del recapito, per la relativa annotazione in luogo della firma.
In caso di assenza, rifiuto e/o impossibilità di contatto con il destinatario, la spedizione sarà posta, laddove possibile, in giacenza, o restituita al mittente a seconda della capacità operativa delle locali strutture.
Non è possibile garantire, per causa di forza maggiore, il recapito di pacchi e invii di corriere espresso verso le zone del territorio nazionale riportate nella sezione “Centri di accettazione Grandi Clienti e network di Gruppo”.
Pertanto si invitano gli utenti a non affidare spedizioni dirette alle zone individuate dai CAP elencati in questa pagina.
 

Spedizioni internazionali

In considerazione delle ripercussioni dell'emergenza in atto sui voli aerei, sulle rotte e sui mezzi di trasporto, nonché sull’intera filiera logistica interna ed estera, le spedizioni internazionali di Pacchi e Corrispondenza dirette ad altri Paesi potrebbero subire rallentamenti o essere trattate e/o recapitate in modo differente rispetto alle procedure previste dall’operatore postale di destinazione. In ogni caso, prima di spedire ad esercizi o attività commerciali, si chiede di verificare se lo Stato estero ne ha disposto l’eventuale chiusura, per evitare la possibile restituzione degli invii.

Di seguito si riporta l’ultimo aggiornamento disponibile dei Paesi/Località per i quali non è possibile accettare spedizioni di Corrispondenza e/o Pacchi/Corriere Espresso:

Paesi/Località/CAP per i quali il servizio è momentaneamente sospeso

I servizi PostaTarget International e Direct Entry per invii commerciali sono momentaneamente sospesi per tutte le destinazioni fino a nuova comunicazione.
In ottemperanza all’art. 1 ordinanza n. 639 del 25 febbraio 2020 del Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della protezione civile, si dispone il divieto di esportare dispositivi di protezione individuale (DPI), come individuati nella circolare del Ministero della salute prot. n. 4373 del 12 febbraio 2020, fuori dal territorio nazionale senza previa autorizzazione del Dipartimento della protezione civile.
 

Su tutti i servizi

La chiusura di molte attività commerciali e professionali, anche in Paesi esteri coinvolti nell’epidemia, richiede la collaborazione dei nostri clienti: è importante che ci affidiate soltanto le spedizioni URGENTI dirette a tali tipologie di destinatari, per non aggravare l’operatività del network ed evitare giacenze crescenti nei centri operativi o restituzioni al mittente. Per tutte le spedizioni, e in particolare per quelle internazionali, chiediamo di verificare preventivamente l’eventuale chiusura delle sedi dei destinatari, per evitare possibili restituzioni.
Non è possibile, allo stato, per causa di forza maggiore, garantire il rispetto dei livelli di servizio previsti per ciascun prodotto – ivi comprese le spedizioni internazionali - fermo l’impegno di Poste Italiane a ridurre al massimo i possibili disagi.
 

Assistenza ai clienti in ambito servizi postali

Sono sospesi, fino al prossimo 13 aprile, salvo nuovi disposizioni, i termini per la presentazione dei reclami inerenti i servizi postali. Poste Italiane è impegnata a sostenere il Paese in questo difficile momento, nella certezza della piena collaborazione da parte di tutti i cittadini.

Centri di accettazione Grandi Clienti e network di Gruppo

Per causa di forza maggiore, non è possibile garantire la completa apertura di tutti i centri e la piena operatività del network del Gruppo societario, secondo gli orari riportati nella documentazione tecnica dei singoli servizi. 
Pertanto, non può essere assicurata la presa in carico, l’accettazione e la regolare lavorazione delle spedizioni. 
Di seguito si riporta l’ultimo aggiornamento disponibile in relazione alle singole strutture di accettazione, nonché i CAP verso i quali chiediamo di non affidare pacchi e invii di corriere espresso:


Al fine di tutelare la salute dei nostri dipendenti, di clienti e fornitori, si raccomanda di NON produrre Lettere di Vettura con consegna in Fermo Deposito; per lo stesso motivo si invitano i clienti a NON presentarsi per i ritiri e le spedizioni presso le filiali SDA.

Servizi a domicilio

I "Servizi a Domicilio" e più precisamente le ricariche a domicilio di Postepay e sim telefoniche, il pagamento a domicilio dei bollettini, l'accettazione a domicilio delle Raccomandate, il ritiro a domicilio di Postedelivery Box Standard e l'attivazione a domicilio di PosteID abilitato a SPID sono momentaneamente sospesi. Si ricorda che restano attivi su questo sito i servizi di spedizione, pagamento e ricarica già disponibili da canale online.

Procedure di sospensione delle forniture

L’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente ha disposto che tutte le procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua per morosità - di famiglie e piccole imprese - vengono rimandate fino al 13 aprile 2020.
Leggi il comunicato stampa

Sospensione "a distanza" delle rate dei finanziamenti BancoPosta per PMI e lavoratori autonomi con partita Iva

“Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19”, contenute nel D.L. n. 18 del 17 marzo 2020 (c.d. “Cura Italia”- G.U. 70 del 17 marzo 2020)

Con il Decreto Legge sopra indicato sono state previste una serie di misure volte a sostenere le attività imprenditoriali danneggiate dall’epidemia di COVID-19.
Al fine di rendere operative tali misure, Poste Italiane S.P.A. – Patrimonio BancoPosta, d’intesa con le Banche finanziatrici, Banca del Mezzogiorno - Mediocredito Centrale S.P.A. e Compass Banca S.P.A., offre la possibilità ai titolari dei finanziamenti BancoPosta erogati da Mediocredito Centrale S.P.A e ai titolari di Prestito Professionisti, Prestito Affari o Prontissimo Affari, Fido Affari e Fido POS erogati da Compass Banca S.P.A., che rientrano nella categoria di micro, piccole e medie imprese (PMI) - come definite dalla Raccomandazione della Commissione europea n. 2003/361/CE del 6 maggio 20031 - aventi sede in Italia (inclusi i lavoratori autonomi con partita IVA), il diritto di chiedere alla Banca la sospensione delle rate dei mutui/finanziamenti, sino al 30 settembre 2020.

Si fa presente che:
 
  • il periodo di sospensione include anche le rate la cui scadenza coincide con il 30 settembre 2020
  • l’impresa/lavoratore autonomo devono dichiarare di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza della diffusione dell’epidemia da COVID-19
  • per il periodo di sospensione non saranno applicati oneri aggiuntivi a carico del richiedente, né saranno previste garanzie aggiuntive

Le Banche finanziatrici verificheranno il rispetto dei requisiti previsti dalla normativa di riferimento e, in assenza degli stessi, comunicheranno al cliente, in tempi brevi l’eventuale diniego.
In considerazione delle restrizioni in corso, le richieste di sospensione non potranno essere presentate presso gli uffici postali, ma unicamente inviate con le modalità indicate nelle informative allegate delle suddette Banche.
 

 1Per verificare il requisito di PMI e per visionare le ulteriori informazioni relative alla sospensione dei finanziamenti specifiche per ciascuna delle Banche finanziatrici, compresa la modulistica ad hoc, se presente, e le modalità di invio della stessa, si rimanda all'informativa allegata.

 
  • Per le richieste di sospensione verso Compass Banca S.P.A. clicca qui per l’informativa.
 

© Poste Italiane 2020 - Partita iva : 01114601006  

vai a inizio pagina