dcsimg
La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

Teatro del Popolo di Castelfiorentino e Piccolo Teatro di Milano Emissione di due francobolli ordinari appartenenti alla serie tematica “il Patrimonio artistico e culturale italiano” dedicati al Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa e al Teatro del Popolo di Castelfiorentino

Informazioni

  • Data di emissione: 19 maggio 2017
  • Valore: 0,95 euro
  • Tiratura: 600.000 esemplari per ciascun francobollo​

News e Curiosità

19 maggio 2017: emissione di due francobolli appartenenti alla serie tematica il “Patrimonio artistico e culturale italiano”, dedicati al Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa e al Teatro del Popolo di Castelfiorentino.

I Francobolli del valore di € 0,95 stampati in rotocalcografia, su carta autoadesiva raffigurano su bozzetti di Luca Vangelli e Tiziana Trinca

- una veduta esterna del Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa;
- l’interno del Teatro del Popolo di Castelfiorentino, con  la platea e le balconate.
Completano i francobolli le rispettive leggende “PICCOLO TEATRO DI MILANO - TEATRO D’EUROPA” e  “70°”, “TEATRO DEL POPOLO DI CASTELFIORENTINO” e “150° DELLA FONDAZIONE”.

Il Piccolo Teatro di Milano, primo teatro stabile italiano, fu fondato il 14 maggio del 1947 da Giorgio Strehler, Paolo Grassi e Nina Vinchi, proponendosi, fin dall'inizio, come “Teatro d’Arte per Tutti”, con un repertorio caratterizzato da spettacoli di qualità, rivolti a un pubblico ampio e vario.
In settant’anni di attività, il Piccolo ha prodotto più di 370 spettacoli, realizzando oltre 15.200 recite a Milano e 7.900 in Italia, di autori che vanno dai classici ai contemporanei: da Shakespeare a Goldoni, da Cechov a Brecht fino a Bond, Spregelburd e Stefano Massini. Inoltre, dalla fondazione, il Piccolo Teatro ha portato i suoi spettacoli sui palcoscenici di tutto il mondo, realizzando oltre 2.000 recite all’estero, e ha ospitato spettacoli in 28 lingue diverse.
Grazie alla sua spiccata vocazione internazionale, dal 1991 il Piccolo ha assunto lo status di “Teatro d’Europa”, come riconfermato, da ultimo, dal D.M. del 1° luglio 2014.
Oggi il Piccolo Teatro gestisce tre sale: la sede storica, ribattezzata “Piccolo Teatro Grassi”, di recente oggetto di un restauro conservativo che ha “scoperto” e restituito alla città lo splendido Chiostro Rinascimentale attiguo; lo spazio sperimentale del “Teatro Studio”, edificio che ospita la Scuola di Teatro fondata da Giorgio Strehler nel 1987 e intitolata a Luca Ronconi (ex Direttore artistico del Piccolo Teatro dal 1999 al 2015); il “Piccolo Teatro Strehler”, inaugurato nel gennaio del 1998.
 
Il Teatro del Popolo di Castelfiorentino, unico teatro ottocentesco dei comuni della Valdelsa fiorentina e dell’Empolese con pianta a ferro di cavallo, platea e tre ordini di palchi, aprì per la prima volta i battenti il 26 dicembre 1867, grazie all’operosità degli abitanti del paese, gli stessi che nel 1819 incantarono Stendhal, di passaggio a Castelfiorentino, meravigliato dalla narrazione di novelle e di antiche leggende, e soprattutto dalle “grazie del loro ingegno” e dalla “cortesia originalissima dei loro modi”, come scrisse nella sua opera Rome, Naples et Florence.
Il Teatro, fra alterne vicende, fin dai primi anni del ’900 fu oggetto di progetti di ampliamento e di rinnovo che portarono alla costruzione del loggione nel 1929. Risparmiato dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, riprese l’attività nel settembre 1944, grazie ad un apposito Comitato costituito dal Comune e divenne per i Castellani il luogo simbolo della volontà di rinascita, di riscatto e di ricostruzione.
Agli inizi del 2000, fu nuovamente oggetto di importanti lavori di totale ristrutturazione e restauro dell’edificio, riaprendo le porte il 1° aprile 2009 a quella stessa comunità che l’aveva fortemente voluto e che lo attendeva da anni con ansia e aspettative, dopo decenni di diatribe, discussioni e contenziosi tra i soci che determinarono ripercussioni negative sulla gestione del Teatro.
Nel 2017 il Teatro compie 150 anni di vita e, dopo aver attraversato momenti non sempre facili, rappresenta oggi più di sempre il fulcro di un’offerta culturale di qualità e un punto di riferimento insostituibile per la comunità castellana.
 
Gli Sportelli Filatelici degli Uffici Postali di Milano Palazzo della Regione e di Castelfiorentino (FI) utilizzeranno, il giorno di emissione, il rispettivo annullo speciale realizzato da Filatelia di Poste Italiane.
 
I francobolli ed i prodotti filatelici correlati possono essere acquistati presso gli Uffici Postali abilitati, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia  e sul sito poste.it.
 
Curiosità:
 
06/07/2006  francobollo dedicato al “Teatro Greco di Tindari”
31/07/2010 francobollo dedicato al “Teatro Sannitico di Pietrabbontante”
27/03/2011 francobollo dedicato alla “ Giornata Mondiale del Teatro”
14/05/2013 francobollo dedicato al “Teatro Comunale di Bologna”
28/10/2013 francobollo dedicato al “Teatro Sociale di Como”
09/11/2013 francobollo dedicato al “Teatro la Fenice di Venezia”

 
Se sei un tabaccaio, acquista online i francobolli:
Hai bisogno di aiuto?

© Poste Italiane 2017 - Partita iva : 01114601006  

vai a inizio pagina