La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

Tutto sui Fondi comuni di investimento Cosa sono e come funzionano i Fondi comuni d'investimento.

Fondi comuni di investimento

Fondi comuni di investimento I Fondi comuni di investimento sono strumenti finanziari che raccolgono i risparmi di tanti investitori in un unico patrimonio che viene poi impiegato da gestori professionali per investire in molteplici attività quali azioni, obbligazioni, liquidità ed altri strumenti.

L'investimento in un fondo comune risponde a due esigenze fondamentali:
- quella di garantire una diversificazione del portafoglio, grazie all’investimento in un paniere composto da molteplici strumenti finanziari, anche per il singolo investitore privato che potrebbe dispone di un patrimonio esiguo;
- e quella di affidare i risparmi ad operatori specializzati, che assicurano una elevata professionalità ed esperienza in materia di gestione dei risparmi.
Ad ogni investitore vengono riconosciute un certo numero di quote in base al patrimonio investito. Il valore di ogni quota, generalmente calcolato su base quotidiana, è dato dal patrimonio del fondo diviso il numero delle quote stesse. L’intero patrimonio del fondo viene gestito nel rispetto di una serie di linee guida che ne definiscono la specializzazione e la strategia di investimento.
A tal proposito i fondi comuni possono essere classificati in base agli strumenti finanziari in portafoglio e agli obiettivi di rendimento e di rischio. Quelli meno rischiosi sono i monetari (prevalentemente investiti in strumenti di liquidità), quelli con un rischio superiore sono gli obbligazionari (di norma impiegati in titoli di stato e obbligazioni), i fondi con rischio ancora maggiore sono i bilanciati (che indicano la percentuale investita mediamente in azioni e in obbligazioni), mentre quelli con rischio massimo sono gli azionari (prevalentemente investiti in azioni): il rischio dei fondi flessibili può essere relativamente contenuto o molto alto in quanto si tratta di prodotti gestiti in modo dinamico senza indicazioni specifiche delle quote di titoli azionari e obbligazionari in portafoglio.

La struttura di un fondo comune è articolata in tre componenti, le cui rispettive attività sono vigilate dal Ministero dell'Economia, dalla Banca d'Italia e dalla Consob: la Società di Gestione del Risparmio (SGR), la Banca Depositaria, e i risparmiatori. La società di gestione esercita le funzioni di amministrazione ed investimento dei risparmi raccolti, mentre la banca depositaria garantisce il controllo dell'attività svolta dalla SGR e la custodia dei titoli in modo da assicurare che il patrimonio del fondo sia separato da quello della SGR e della banca che ha venduto le quote del fondo comune. Questo è un aspetto importante dei fondi comuni di investimento: il patrimonio del fondo è segregato rispetto a quello dell’intermediario che lo gestisce e questo significa che anche se il gestore dovesse fallire, il patrimonio del fondo non verrebbe comunque intaccato.

L'investimento può essere effettuato o con un versamento in unica soluzione (PIC) o attraverso Piani di Accumulo (PAC) e prevede un prospetto informativo, che deve rispettare le disposizioni stabilite dalla Consob. Nel prospetto devono essere indicate le informazioni relative alla società che propone l'investimento e le caratteristiche dell'investimento offerto.

I fondi comuni, infine, possono essere non armonizzati o armonizzati: questi ultimi possono essere venduti in qualsiasi paese dell'Unione Europea senza dover richiedere l'autorizzazione dell'autorità di vigilanza di ogni stato membro. Possono essere ad accumulazione dei proventi (qualora non distribuiscano i risultati di gestione agli investitori, che vengono automaticamente reinvestiti nel fondo e capitalizzati nel tempo) oppure a distribuzione dei proventi (quando consentono al risparmiatore di scegliere tra l'incasso della cedola o il suo reinvestimento immediato).

II presente documento è stato predisposto da Poste Italiane, sotto la propria esclusiva responsabilità ed ha natura e scopi informativi generali e non costituisce offerta o sollecitazione all’acquisto ne implica alcuna attività di consulenza o raccomandazioni di investimento.

Potrebbero interessarti

TUTTI   |   CONSIGLIATI

Costanza nel risparmio

La costanza del risparmio

Negli investimenti, la costanza del risparmio conta più dei rendimenti finanziari.

L’importanza di mantenere gli investimenti

L’importanza di mantenere gli investimenti anche nelle fasi difficili di mercato

Come imparare a cogliere le opportunità di un trend rialzista di lungo periodo.

Il tempo come fattore incrementale di stabilità

Il tempo come fattore incrementale di stabilità

Investire è un esercizio di equilibrio e, in periodi di crisi, la soluzione migliore consiste nell’evitare di farsi prendere dal panico.

Economia reale

Economia reale e quotazioni finanziarie

L'importanza di prendere decisioni consapevoli sia nelle fasi rialziste che in quelle ribassiste. 

Il ciclo di vita dell'investitore

Il ciclo di vita dell’investitore

I nostri obiettivi cambiano nelle varie fasi della nostra vita, ma la cosa più importante è adottare una corretta pianificazione finanziaria.

Cigno nero

La Finanza e i "Cigni Neri"

Scopriamo la teoria del cigno nero e cosa ci hanno insegnato i tre cigni neri che negli ultimi 20 anni hanno scosso l'economia globale. 

Rating

Le agenzie di rating e il merito creditizio

Sai veramente che cosa è il rating e quali sono i parametri utilizzati dalle agenzie per valutarlo? 

Gestione patrimoniale

Tutto sulle gestioni patrimoniali

Cosa sono e quali tipologie di gestioni patrimoniali esistono.

Fondi di investimento

Tutto sui Fondi comuni di investimento

Cosa sono e come funzionano i Fondi comuni d'investimento.

Il ruolo delle banche centrali

Il ruolo delle banche centrali e la politica monetaria

Come viene gestita la circolazione della moneta e la stabilità dei prezzi. 

Azioni

Azioni, cosa sono?

Scopri di più sulle azioni e perché hanno un rischio superiore alle obbligazioni.

Obbligazioni

Obbligazioni e cedole

Cosa sono e quali elementi caratterizzano le obbligazioni.

Investire in protezione

Perché è importante investire nella protezione

La protezione è il primo passo per tutelare il tuo patrimonio.

Eccesso di prudenza

Attenzione all'eccesso di prudenza

L’eccesso di prudenza può far perdere opportunità di guadagno.

Orizzonte temporale

Investimenti e orizzonte temporale

Se vuoi investire, oltre a valutare il rischio che sei disposto ad assumerti, dovresti fissare il tuo orizzonte temporale. 

Liquidità

Il rischio della liquidità

Pensare che la liquidità non comporti dei rischi è sbagliato, meglio pensare ad altre forme di protezione. 

ETF

Gli strumenti dei mercati finanziari: focus sugli ETF

Caratteristiche e vantaggi degli ETF, per investire nei mercati finanziari differenziando il proprio portafoglio.

Trappole mentali

Come evitare le "trappole mentali" del fai da te

Come evitare gli errori cognitivi dovuti a modalità sbagliate di interpretare la realtà.

Market timing

Market timing: compro, vendo o tengo?

Come anticipare i movimenti dei mercati finanziari.

Crescere Sostenibili
© Poste Italiane 2021 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina