La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

Investimenti sostenibili (ESG) Il processo di integrazione delle tematiche ESG (Enviromental, Social and Governance) nel Gruppo Poste Italiane.

Tematiche ESG

Il quadro normativo

  • Le Tematiche ambientali, sociali e di governance (le cosiddette tematiche “ESG”- Enviromental, Social and Governance) hanno assunto, negli ultimi anni, un rilievo sempre più crescente nella valutazione degli investimenti.
  • Per tale ragione, nel marzo 2018, la Commissione Europea ha pubblicato un "Piano d'Azione per la finanza sostenibile", in cui vengono delineate le strategie e le misure da adottare per la realizzazione di un sistema finanziario in grado di promuovere uno sviluppo autenticamente sostenibile sotto il profilo economico, sociale e ambientale.
  • A novembre del 2019, nell’ottica di armonizzare indicazioni specifiche sul tema per gli intermediari finanziari, è stato emanato il Regolamento UE 2088/2019 (Sustainable Finance Disclosure Regulation «SFDR») che introduce, nel quadro normativo europeo, la definizione di “rischio di sostenibilità”, di “investimento sostenibile” e di “fattori di sostenibilità”, con specifici obblighi informativi nei confronti della clientela al fine di adottare decisioni di investimento informate.

Concetti chiave

Rischio di sostenibilità

È inteso come un evento o una condizione di tipo ambientale, sociale o di governance che, se si verifica, potrebbe provocare un significativo impatto negativo effettivo o potenziale sul valore dell’investimento.

Fattori di sostenibilità

Sono intesi come problematiche ambientali, sociali e concernenti il personale, il rispetto dei diritti umani e le questioni relative alla lotta alla corruzione attiva e passiva.

Investimento sostenibile

È inteso come: 
  • un investimento in un’attività economica che contribuisce ad un obiettivo ambientale (misurato, ad esempio, mediante indicatori chiave di efficienza delle risorse concernenti l’impiego di energia, l’impiego di energie rinnovabili, l’utilizzo di materie prime e di risorse idriche e l’uso del suolo, la produzione di rifiuti, le emissioni di gas a effetto serra nonché l’impatto sulla biodiversità e l’economia circolare);
  • un investimento in un’attività economica che contribuisce ad un obiettivo sociale (in particolare che contribuisce alla lotta contro la disuguaglianza, o che promuove la coesione sociale, l’integrazione sociale e le relazioni industriali);
  • un investimento in capitale umano o in comunità economicamente o socialmente svantaggiate a condizione che tali investimenti non arrechino un danno significativo a nessuno di tali obiettivi e che le imprese che beneficiano di tali investimenti rispettino prassi di buona governance (in particolare per quanto riguarda strutture di gestione solide, relazioni con il personale, remunerazione del personale e rispetto degli obblighi fiscali).

Azioni strategiche

Il contributo di Poste Italiane

  • Poste Italiane è particolarmente sensibile nel promuovere l'innovazione e a sostenere la crescita economica, fornendo un contributo importante per lo sviluppo sostenibile del Paese. Pertanto, nell’ambito della strategia del Gruppo Poste Italiane è stato avviato un processo di integrazione delle tematiche ESG sia nella selezione dei prodotti di investimento di Poste Italiane in qualità di distributore sia nelle strategie di investimento di Poste Vita e BancoPosta Fondi SGR, ambedue aderenti ai Principles for Responsible Investments (PRI) delle Nazioni Unite.


La strategia di esclusione

  • In particolare, Poste Italiane in qualità di distributore, al fine di uniformarsi alla nuova normativa, ha deciso di considerare il rischio di sostenibilità all’interno delle proprie decisioni di investimento e nell’erogazione del servizio di consulenza prestato, sia con riferimento ai prodotti realizzati dalle Fabbriche prodotto interne al Gruppo Poste Italiane sia nella distribuzione di prodotti di terzi afferenti l’ambito amministrato, attuando una verifica preliminare sulla base di una “strategia di esclusione”.
  • Tale approccio di gestione graduale del rischio di sostenibilità degli strumenti in gamma, esclude, ad esempio, dall’universo investibile gli emittenti che operano direttamente nella produzione di armi bandite dalle Convenzioni ONU che violano i principi umanitari fondamentali.


Un approccio graduale e continuo

  • Nell’ottica di perseguire gli obiettivi in materia di sostenibilità Poste Italiane continuerà ad integrare gradualmente la propria gamma con l’offerta di prodotti di investimento che promuovono caratteristiche ESG, anche attraverso le società del Gruppo Poste Vita e BancoPosta Fondi SGR.

Approfondimenti

Per avere maggiori informazioni circa le strategie di investimento delle Fabbriche Prodotto appartenenti al Gruppo Poste Italiane e delle altre società i cui prodotti sono distribuiti da Poste Italiane, si rimanda ai seguenti link:



Per saperne di più su come Poste Italiane integra i temi di sostenibilità ambientale, sociale e di Governance nelle proprie strategie di Gruppo, si rimanda a:

Hai bisogno di aiuto?

Crescere Sostenibili
© Poste Italiane 2021 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina