La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

Reclami e conciliazione Se un prodotto o un servizio di Poste Italiane non ti ha soddisfatto, puoi inviare un reclamo.

Reclami


Prima di inoltrare un reclamo, ti invitiamo a consultare le FAQ o a richiedere informazioni/assistenza al numero 803.1601. Per chiamate dall’estero (+39) 02.82.44.33.99.
È possibile anche presentare un reclamo direttamente online compilando gli appositi form: Oppure puoi inviare una lettera di reclamo compilata in tutte le sue parti, utilizzando una delle seguenti modalità:
  • Posta Elettronica Certificata a reclamiretail@postecert.it (è obbligatorio allegare la lettera di reclamo)
  • Fax al numero 0698686415 (è obbligatorio allegare la lettera di reclamo)
  • Lettera Raccomandata a Casella Postale 160 00144 Roma (Rm)
  • Consegna presso un ufficio postale

Se hai già presentato un reclamo e non hai ritenuto soddisfacente la risposta di Poste Italiane puoi presentare la Domanda di Conciliazione.


Documenti

 
Sei un utente Business? Consulta la sezione reclami del sito Poste Business.
 

1numero verde gratuito da telefono fisso e mobile, attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 20.00.

Misure di contenimento del virus COVID-19 in ambito Servizi Postali. A causa dell’emergenza COVID-19 i termini per presentare reclami sono stati sospesi nel periodo 13 marzo al 4 maggio 2020.

Il reclamo può essere presentato per contestare un comportamento o un'omissione nella prestazione dei servizi e delle operazioni rientranti nell'ambito delle attività di BancoPosta.
Puoi presentare un reclamo direttamente online compilando l'apposito form: Oppure puoi inviare una lettera di reclamo  compilata in tutte le sue parti, utilizzando una delle seguenti modalità:
  • Posta ordinaria o Raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata a: Poste Italiane S.p.A., Patrimonio BancoPosta - Gestione Reclami - Viale Europa, 190 - 00144 Roma
  • Fax al numero 06/59580160
  • Posta Elettronica Certificata a reclami.bancoposta@pec.posteitaliane.it
  • Consegna presso ufficio postale

Regolamento del Servizio dei Reclami BancoPosta


In caso di mancata risposta al reclamo nei tempi previsti o in caso di insoddisfazione dell'esito dello stesso, è possibile rivolgersi a:
Prima di sottoporre la controversia all'Autorità Giudiziaria, è necessario esperire il procedimento di Mediazione innanzi agli organismi accreditati di cui al registro tenuto dal Ministero della Giustizia o all'Arbitro Bancario Finanziario o all’Arbitro per le Controversie Finanziarie.
 

Misure di contenimento del virus COVID-19 in ambito Bancoposta e Postepay in vigore dal 12 marzo all'11 maggio 2020.
Tenuto conto dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, si comunica che la Banca d’Italia ha disposto la sospensione fino all'11 maggio 2020 di tutti i termini della procedura di risoluzione stragiudiziale delle controversie innanzi all'Arbitro Bancario Finanziario (delibera prot. N° 0391660/20 del 17/03/2020).
Con analoghi provvedimenti (Delibera n. 21308 e n. 21328), la Consob ha provveduto ad una ulteriore rideterminazione del periodo di sospensione dei termini procedimentali previsti dal Regolamento dell'Arbitro per le Controversie Finanziarie ACF, estendendolo fino all'11 maggio 2020. Conseguentemente, il complessivo periodo di sospensione ricomprende il lasso temporale dal 12 marzo all'11 maggio 2020.

Il reclamo può essere presentato per contestare un comportamento o un'omissione nella prestazione dei servizi e delle operazioni rientranti nell'ambito delle attività di PostePay S.p.A. – Patrimonio destinato IMEL (PostePay).
Puoi presentare un reclamo direttamente online compilando l'apposito form: Oppure puoi inviare una lettera di reclamo compilata in tutte le sue parti, utilizzando una delle seguenti modalità:
  • Posta ordinaria o Raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata a: PostePay S.p.A., Patrimonio destinato IMEL - Gestione Reclami - Viale Europa, 190 - 00144 Roma
  • Fax al numero 06/59580160
  • All'indirizzo di Posta Elettronica Certificata reclami.postepay@pec.posteitaliane.it
  • Consegna presso ufficio postale

In caso di mancata risposta al reclamo nei tempi previsti o in caso di insoddisfazione dell'esito dello stesso, è possibile rivolgersi a:
Prima di sottoporre la controversia all'Autorità Giudiziaria, è necessario esperire il procedimento di Mediazione innanzi agli organismi accreditati di cui al registro tenuto dal Ministero della Giustizia o all'Arbitro Bancario Finanziario.
 

Misure di contenimento del virus COVID-19 in ambito Bancoposta e Postepay in vigore dal 12 marzo all'11 maggio 2020.
Tenuto conto dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, si comunica che la Banca d’Italia ha disposto la sospensione fino all'11 maggio 2020 di tutti i termini della procedura di risoluzione stragiudiziale delle controversie innanzi all'Arbitro Bancario Finanziario (delibera prot. N° 0391660/20 del 17/03/2020).
Con analoghi provvedimenti (Delibera n. 21308 e n. 21328), la Consob ha provveduto ad una ulteriore rideterminazione del periodo di sospensione dei termini procedimentali previsti dal Regolamento dell'Arbitro per le Controversie Finanziarie ACF, estendendolo fino all'11 maggio 2020. Conseguentemente, il complessivo periodo di sospensione ricomprende il lasso temporale dal 12 marzo all'11 maggio 2020.

NOTA BENE
In considerazione dell'emergenza covid-19 e delle inevitabili ripercussioni sugli spostamenti di merci e persone, i circuiti di pagamento visa/mastercard invitano tutti i titolari intenzionati a sporgere reclamo per servizio non reso e/o merce non ricevuta, a verificare attentamente le condizioni di acquisto/fornitura pattuite  e a rivolgersi preventivamente agli esercenti per concordare una soluzione alternativa mediante un voucher, la rimodulazione della data di ricevimento della merce ordinata o di fruizione del serivizio oppure eventualmente il rimborso degli importi già addebitati.
Nel caso  in cui il tentativo di contatto non andasse a buon fine, è possibile inviare il reclamo secondo le modalità previste da poste italiane (consultabili sul sito aziendale).
Si fa presente che, al fine di avviare correttamente la disputa con l’esercente, il reclamo potrà essere inviato fino al termine di 100 giorni dalla data prevista di consegna/erogazione del servizio ovvero dalla data di addebito se non è stata specificata una data di consegna/erogazione.
Si ricorda, inoltre, che l’eventuale reclamo dovrà essere corredato da tutta la documentazione in possesso (biglietto aereo/treno, prenotazione effettuata, mail di conferma,  ecc.) E contenere evidenza del tentativo di contatto con l’esercente da parte del titolare, informazioni sull’esito dello stesso, oltre alla indicazione del tipo di merce ordinata o di servizio acquistato, nonché  le relative date di consegna/erogazione  previste.
Ringraziamo sin d’ora tutti i nostri clienti per la sensibilità e la collaborazione confidando nello scrupoloso adempimento di quanto sopra precisato.


In caso di dubbi ti invitiamo a consultare le FAQ oppure richiedere informazioni o assistenza al numero 800.003.322. Per chiamate dall’estero (+39) 02.8244.33.33.
Per disconoscere operazioni di pagamento effettuate su canale Web e sui canali ATM e POS con carte di pagamento essendo assolutamente certo della tua estraneità all’effettuazione delle stesse puoi:


Documenti

NOTA BENE
In considerazione della emergenza covid-19 e delle inevitabili ripercussioni sugli spostamenti di merci e persone, i circuiti di pagamento visa/mastercard invitano tutti i titolari intenzionati a sporgere reclamo per servizio non reso e/o merce non ricevuta, a verificare attentamente le condizioni di acquisto/fornitura pattuite  e a rivolgersi preventivamente agli esercenti per concordare una soluzione alternativa mediante un voucher, la rimodulazione della data di ricevimento della merce ordinata o di fruizione del serivizio oppure eventualmente il rimborso degli importi già addebitati.
Nel caso  in cui il tentativo di contatto non andasse a buon fine, è possibile inviare il reclamo secondo le modalità previste da poste italiane (consultabili sul sito aziendale).
Si fa presente che, al fine di avviare correttamente la disputa con l’esercente, il reclamo potrà essere inviato fino al termine di 100 giorni dalla data prevista di consegna/erogazione del servizio ovvero dalla data di addebito se non è stata specificata una data di consegna/erogazione.
Si ricorda, inoltre, che l’eventuale reclamo dovrà essere corredato da tutta la documentazione in possesso (biglietto aereo/treno, prenotazione effettuata, mail di conferma,  ecc.) E contenere evidenza del tentativo di contatto con l’esercente da parte del titolare, informazioni sull’esito dello stesso, oltre alla indicazione del tipo di merce ordinata o di servizio acquistato, nonché  le relative date di consegna/erogazione  previste.
Ringraziamo sin d’ora tutti i nostri clienti per la sensibilità e la collaborazione confidando nello scrupoloso adempimento di quanto sopra precisato.


In caso di dubbi ti invitiamo a consultare le FAQ oppure richiedere informazioni o assistenza al numero 800.003.322. Per chiamate dall’estero (+39) 02.8244.33.33.

Ti informiamo inoltre che in caso di contestazione di operazioni effettuate con PostePay Gift non evoluta o con PostePay New Gift non evoluta (carte anonime) è indispensabile presentare reclamo presso gli uffici postali.


Per disconoscere operazioni di pagamento effettuate su canale Web e sui canali ATM e POS con carte di pagamento essendo assolutamente certo della tua estraneità all’effettuazione delle stesse puoi:
Prima di inoltrare un reclamo, consulta le FAQ o richiedi informazioni, compilando il form online o contattando il numero verde 803.1601: siamo a tua disposizione per risolvere qualsiasi problema.
 
Se sei un cliente Privato e vuoi segnalare un disservizio all'interno dell'ufficio postale come ad esempio l’orario di apertura non rispettato, l’eccessiva attesa, il comportamento apparentemente scorretto del personale, l’interruzione del collegamento telematico ecc, complila il modulo avendo cura di indicare l’ufficio postale in cui si è verificato il disservizio.
 
Per maggiori informazioni sulla compilazione della Lettera di Reclamo contatta il numero verde 803.1601
 
Puoi fare immediatamente un  reclamo online oppure puoi utilizzare le seguenti modalità:
  • fare reclamo presso un ufficio postale
  • spedire la lettera di reclamo con Raccomandata a Casella Postale 160 00144 Roma (Rm)


1numero verde gratuito da telefono fisso e mobile, attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 20.00.

Consulta le  seguenti pagine  per inviare un reclamo per un prodotto Poste Vita o Poste Assicura



Per inviare un reclamo per un prodotto BancoPosta Fondi vai alla pagina Reclami e ricorsi.

Conciliazioni

Per i privati
Alla procedura di Conciliazione potranno far ricorso i singoli clienti per spedizioni nazionali e internazionali (solo per la tratta nazionale) relative a prodotti postali per cui è previsto un rimborso.

Le modalità e le condizioni relative alla richiesta di Conciliazione sono consultabili nel Regolamento di Conciliazione - Domanda di Conciliazione Privati.
Elenco Segreterie per la Conciliazione postale
Qualora il Cliente non ritenga soddisfacente l'esito della procedura di conciliazione, può chiedere all'Autorità di regolamentazione di definire la controversia utilizzando il formulario CP dell'Autorità.

Sei un cliente business?
Per la procedura di conciliazione Business consulta le pagine dedicate a professionisiti e piccole imprese medie e grandi imprese e pubblica amministrazione .
Alla procedura potranno far ricorso i titolari di Conto Corrente BancoPosta privati per reclami relativi alle Condizioni Economiche così come riportate nel “Documento di Sintesi del Conto Corrente BancoPosta (solo persone fisiche)” vigente al momento dell’esecuzione dell’operazione oggetto del reclamo.

L’ambito di applicazione della procedura di Conciliazione si riferisce esclusivamente ai prodotti e servizi di Poste Italiane e non a quelli collocati dall’azienda a seguito di accordi di distribuzione con terze parti.


Documenti

Alla procedura potranno far ricorso i titolari di Carta Postepay per reclami relativi alle Condizioni Economiche così come riportate nel “Foglio Informativo” della Carta Postepay vigente al momento dell’esecuzione dell’operazione oggetto del reclamo.
 


Documenti

Poste italiane ha siglato un accordo con le Associazioni dei consumatori che istituisce una procedura di Conciliazione dedicata ai propri clienti sottoscrittori delle quote del Fondo Immobiliare Obelisco  per valutare situazioni particolarmente disagiate (economiche e/o di salute) rispetto all’Iniziativa di Tutela realizzata per tutti i sottoscrittori del Fondo.
Le domande dovranno essere presentate dal 1° ottobre 2019 fino al 30 marzo 2020 esclusivamente attraverso una delle Associazioni dei consumatori che hanno sottoscritto il Regolamento di Conciliazione.
Clicca qui per scaricare il Regolamento di conciliazione per i clienti di Poste Italiane sottoscrittori di quote del Fondo Immobiliare Obelisco.
Per la procedura di Conciliazione Postepay Servizi PosteMobile consultare il sito Postemobile.

Stato dei reclami

Se hai inoltrato un reclamo online, puoi consultare lo stato della tua pratica in ogni momento digitando il codice identificativo in questa sezione.

© Poste Italiane 2020 - Partita iva : 01114601006  

vai a inizio pagina