dcsimg
La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

FAQ Investimenti Domande frequenti su Risparmio, Investimenti e Trading online.

Investimenti

Il Foglio Informativo Analitico "Servizi e attività di investimento e custodia amministrazione di strumenti finanziari per conto dei clienti" contiene le informazioni sui servizi prestati da Poste Italiane.
MiFID (Markets in Financial Instruments Directive) è la direttiva europea del 2004, recepita in Italia a partire dal 2007, che punta ad aumentare la tutela dell'investitore e a rafforzare gli obblighi di informazione da parte di banche, società finanziarie e promotori.
Poste Italiane garantirà al cliente comunque l'amministrazione del deposito e la prestazione dei servizi di post vendita come disciplinati nel contratto attualmente in essere.
Il cliente che intendesse effettuare operazioni su strumenti finanziari (Obbligazioni, azioni, Titoli di Stato, quote di fondi, Polizze di Ramo III, ecc.), qualora non lo avesse già fatto, deve recarsi all'ufficio postale di riferimento per:
  • essere classificato al fine di ricevere un corretto livello di tutela in funzione dei suoi requisiti oggettivi
  • compilare il questionario di profilatura finalizzato a conoscere e capire meglio le sue esigenze di investimento e consentire a Poste Italiane di proporre soluzioni di investimento adeguate al suo profilo finanziario (la validità del questionario è di due anni)
  • sottoscrivere il contratto MiFID
  • chiedere l'apertura del Deposito Titoli per le operazioni in titoli ( l’apertura del Deposito Titoli non è necessaria per la sottoscrizione  di quote di fondi aperti e delle Polizze di Ramo III)
In caso di contratti cointestati con altri soggetti, le attività di sottoscrizione del questionario di profilatura e del nuovo contratto MiFID andranno svolte congiuntamente da tutti gli intestatari del rapporto, che devono presentarsi nello stesso momento all'ufficio postale di riferimento per espletare le attività di: classificazione tipologia di cliente, compilazione del questionario di profilatura, sottoscrizione del contratto MiFID.

Gestione patrimoniale

Per investire è necessario avere un conto corrente o un Libretto abilitati alle funzionalità dispositive online e avere un profilo finanziario (MIFID) valido.
  • Puoi aprire il Libretto Smart direttamente online e senza nessun costo. Una volta aperto il Libretto, trasferisci denaro dal tuo conto corrente al tuo Libretto Smart con un semplice bonifico bancario e appena disponibile sul Libretto puoi sottoscrivere la linea di investimento più adatta a te accedendo a Postemoney Investimenti.
  • Puoi attivare il tuo profilo finanziario rispondendo alle domande previste in fase di sottoscrizione.
Con il prodotto di Gestione Patrimoniale in ETF di MoneyFarm, non ti dovrai occupare di acquistare personalmente gli ETF. Un team di esperti si occuperà di acquistarli per te. Attivando il servizio di gestione e sottoscrivendo una linea d’investimento, nella tua area personale, potrai controllare le operazioni di compravendita degli ETF che compongono la linea d’investimento e verificarne la composizione in ogni momento.
Il profilo finanziario caratterizza l’investitore in termini di avversione al rischio, situazione finanziaria, esperienza e conoscenza. Compilando il questionario MiFID, ti viene attribuito un profilo grazie al quale metteremo a tua disposizione le linee di investimento adeguate alle tue esigenze.
Il questionario MiFID, compilato per la sottoscrizione di una linea d’investimento, sarà valido anche per una consulenza in materia di investimenti presso i nostri uffici postali, nonché per tutti gli altri servizi di investimento prestati da Poste Italiane.
Puoi attivare una nuova linea d’investimento attraverso il pulsante "nuova linea" all’interno della tua area personale indicando l’importo, l’orizzonte temporale e lo strumento di regolamento.
Sì, puoi disinvestire totalmente o parzialmente in qualsiasi momento. In quest’ultimo caso il capitale investito residuo non dovrà essere inferiore ai 5000 euro.
Puoi contattare un esperto che ti possa supportare nelle fasi di adesione al servizio chiamando il numero verde, via e-mail oppure tramite la chat della tua area personale e in tutti in casi in cui hai bisogno di chiarimenti anche nella fase post vendita.
No, l’unico costo sono le commissioni di gestione annuale.
Per investire in una o più linee di investimento sottoscrivi tramite FEA (Firma Elettronica Avanzata), la documentazione contrattuale (compreso il mandato di gestione conferito al nostro partner Moneyfarm). Questo vuol dire che Poste Italiane presta a titolo gratuito il servizio di collocamento e Moneyfarm il servizio di gestione di portafoglio sulla base della linea di investimento da te sottoscritta. In questo modo uniamo la solidità e la serietà del Gruppo Poste Italiane all’esperienza di uno dei maggiori player del risparmio gestito.
Sì, puoi liquidare l’investimento in qualsiasi momento e senza alcun costo.
L’importo minimo di investimento è 5.000 euro. Puoi in ogni momento effettuare dei conferimenti aggiuntivi sulla linea di investimento a partire da 100 euro.
Le gestioni patrimoniali sono forme di investimento che permettono al Cliente di affidare, tramite un mandato (cd. contratto di gestione di portafogli), l'investimento del proprio patrimonio a un gestore. Il servizio di gestione di portafogli di MoneyFarm si compone di 7 linee di investimento in ETF tra cui puoi scegliere sulla base del tuo profilo finanziario. Il nostro partner Moneyfarm gestisce il risparmio dei nostri clienti sulla base delle linee di investimento da te attivate.
Per avviare il processo di sottoscrizione, inserisci i tuoi dati anagrafici e completa il tuo profilo (qualora non in possesso di un profilo valido) alla fine del quale ti verranno messe a diposizione le linee di investimento più adatte a te (al massimo 3 linee).
Una volta scelta la linea di investimento e l’importo da investire, il nostro partner Moneyfarm si occuperà direttamente della gestione del patrimonio conferito sulla base dei limiti previsti dalla linea stessa. Non hai bisogno di autorizzare nessuna operazione, ma sarai opportunamente e tempestivamente informato su ogni scelta presa sulla tua linea.
Puoi sottoscrivere una linea di investimento in fase di prima sottoscrizione e aggiungere altre linee in qualsiasi momento e accantonare somme per i tuoi vari obiettivi adeguate al tuo profilo.
I ribilanciamenti sono operazioni effettuate con cadenza periodica, tutte le volte che se ne presenta la necessità. Il nostro partner Moneyfarm opera un ribilanciamento a conseguenza di variazioni significative delle condizioni di mercato e principalmente per gestire meglio il rischio e cogliere opportunità di lungo periodo.
ETF sono fondi comuni a gestione passiva scambiati in Borsa che seguono l’andamento di un indice (come il FTSE MIB), una asset class (come le obbligazioni europee), un segmento di mercato (come le obbligazioni italiane a tre anni), una regione o un settore.
In Italia, gli ETF sono sottoposti al regime fiscale previsto per la tassazione dei proventi da partecipazione degli Organismi d’Investimento Collettivo del Risparmio (OICR) e sono soggetti ad un’aliquota sostitutiva del 26%. Gli ETF che investono in titoli pubblici italiani (o equiparati) e derivanti da titoli pubblici di Stati esteri appartenenti alla cosiddetta White List sono soggetti ad un’aliquota del 12,50%.
Il vantaggio di aprire una gestione patrimoniale in ETF è la possibilità di compensare plusvalenze e minusvalenze. Questo vuol dire che al 31 dicembre di ogni anno si valuterà il risultato della gestione nel suo insieme e la base soggetta all’imposta sarà solo l’eccedenza positiva. In caso di risultato negativo nel suo insieme la minusvalenza potrà essere riportata a nuovo fino al quarto anno fiscale successivo, avendo in questo modo l’effetto di un credito d’imposta.
Moneyfarm Italia è una succursale di MFM Investment Ltd, autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority (FCA), N. 629539 e da Consob N. 142 dell’elenco imprese di investimento comunitarie con succursale, pertanto è assoggettata alla vigilanza della FCA e della Consob.
Moneyfarm è oggi una delle principali storie di successo nel panorama italiano dell’innovazione, oltre a essere una realtà consolidata a livello europeo per quanto riguarda la gestione digitale del risparmio. Moneyfarm è autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority britannica ed iscritta all’Albo della Consob relativo alle imprese di investimento con succursale in Italia. Fondata nel 2011, i suoi principali investitori sono oggi: United Ventures, Cabot Square Capital, Allianz e da settembre 2019 Poste Italiane.

Il tuo Patrimonio

Verifica prima di tutto di aver selezionato correttamente le intestazioni dei rapporti che sei interessato a visualizzare: puoi selezionarne solo alcuni oppure tutti insieme.
Inoltre, ricorda che nel tuo Patrimonio non puoi visualizzare i Buoni emessi in forma cartacea emessi prima del 2009.
Nel valore totale del tuo Patrimonio non sono compresi i prodotti di liquidità con saldo negativo.
Inoltre, sono compresi tutti i tuoi prodotti anche quelli non abilitati alle operazioni informative online (es. Buoni cartacei non abilitati su Risparmio postale Online, Buoni dematerializzati regolati su conti corrente senza BancoPosta Online attivo ecc.). Per maggiori informazioni puoi contattare l’Assistenza.
Al momento i mutui, i prestiti e le CQS non vengono visualizzati nel Patrimonio.

Accesso ai mercati

È il servizio online, integrato in BPOL e BancoPostaClick, che permette ai clienti di negoziare i principali strumenti finanziari italiani ed esteri, quali azioni, Obbligazioni, Titoli di Stato, ETF, Certificates, covered warrant.
Possono operare tramite la piattaforma online di accesso ai mercati i clienti persone fisiche con posizioni mono-intestate e quelle cointestate a firma disgiunta, titolari di un Conto Corrente BancoPosta abilitato al servizio BancoPosta Online o di un Conto Corrente BancoPosta Click. Non possono operare sul le posizioni cointestate a firma congiunta.

Inoltre, per eseguire operazioni di carattere dispositivo (es. compravendita di strumenti finanziari) sulla piattaforma, è necessario oltre ad essere titolari di un Conto Corrente BancoPosta abilitato al servizio BancoPosta Online o di un Conto Corrente BancoPosta Click:
  • aver compilato il questionario “Scheda Informazioni tra intermediario e investitori” presso l’ufficio postale
  • aver sottoscritto presso l’ufficio postale le “Condizioni generali che regolano il contratto per la prestazione dei servizi e delle attività di investimento e del servizio di custodia e amministrazione di strumenti finanziari per conto dei clienti”
  • essere titolare di un Deposito Titoli
La piattaforma prevede i seguenti servizi informativi su strumenti quotati su mercati regolamentati/sistemi multilaterali di negoziazione (MTF) italiani: quotazioni di borsa, grafici, grafici di analisi tecnica, news, ricerca titoli, posizione portafoglio, posizione fiscale, lista ordini, lista preferiti, analisi tecnica di base, analisi fondamentale di base, watchlist, ordini condizionati, contenuti multimediali e guide.
Tramite la piattaforma il Cliente potrà effettuare le seguenti operazioni dispositive:
 
A. Raccolta ordini sul Mercato Primario (Strumenti finanziari di nuova emissione ove disponibili) su:
  • Titoli di Stato emessi dallo Stato Italiano
  • Titoli Obbligazionari
  • Titoli azionari e assimilati
  • Fondi chiusi immobiliari
  • Certificates
B. Ricezione e trasmissioni ordini sui Mercato Secondari (Strumenti finanziari precedentemente emessi e quotati sui mercati di riferimento) su:
  • Titoli di Stato
  • Titoli Obbligazionari
  • Titoli Azionari ed assimilati
  • Fondi chiusi mobiliari ed immobiliari
  • Certificates e Covered Warrant
  • ETF (azionari, obbligazionari e specializzati)
  • ABS
Il Cliente è soggetto a una tipologia di costi:
  • Commissioni: si applicano all’attività di compravendita degli strumenti finanziari (es. azioni, obbligazioni, certificates, ecc.) e possono essere: variabili, calcolate come percentuale sul controvalore eseguito; fisse, applicate sul singolo ordine indipendentemente dal controvalore.
Sono previsti diversi scaglioni commissionali in base al numero di eseguiti compiuti nel periodo di riferimento. Il periodo di riferimento è il semestre solare (1° semestre da gennaio a giugno; 2° semestre da luglio a dicembre).
Al raggiungimento dello scaglione successivo, verrà immediatamente applicata la nuova aliquota commissionale fino al termine del periodo di riferimento. Nel computo del numero di eseguiti nel periodo di riferimento si considerano tutti gli eseguiti effettuati su qualsiasi mercato, solo ed esclusivamente a mezzo della piattaforma (le operazioni effettuate all’ufficio postale non vengono considerate per il conteggio).
Più il cliente opera minore sarà quindi la commissione applicata fino alla scadenza del semestre di riferimento. Inoltre in alcuni periodo sono resi disponibili pacchetti di eseguiti a condizioni vantaggiose per i clienti con maggior operatività.
Il correntista BancoPosta Online (BPOL) potrà accedere alla piattaforma di accesso si mercati connettendosi al sito internet poste.it digitando nella pagina di login la username e la password. Potrà quindi selezionare la voce “Accedi al conto BancoPostaonline” e dal menu di destra scegliere la voce “Risparmio e Investimenti”. Dopodiché potrà cliccare sulla sezione dedicata alll'“Accesso ai mercati”.
Il correntista del conto Click potrà accedere connettendosi al sito internet www.contobancopostaclick.it digitando nella pagina di login la username e la password. Potrà quindi selezionare la voce “Risparmio e Investimenti” e cliccare sulla sezione dedicata all'“Accesso ai mercati”.
All’interno della piattaforma sono presenti due livelli di Help: Help generale e Help contestuale. Attraverso il link apposito puoi accedere all’Help generale che contiene tutte le informazioni per agevolare la navigazione sulla piattaforma, la guida a tutti i contenuti e le funzionalità dei diversi widget, un glossario dei concetti più importanti per operare, e la guida agli strumenti finanziari.
Oltre all’Help generale in ogni widget è presente un tasto "?" che permette di accedere all’Help contestuale con specifiche spiegazioni sulle funzionalità e sui contenuti del widget stesso.
In ogni momento è possibile effettuare ricerche ed interrogazioni all’interno del monitor ordini presenti nella piattaforma e filtrare gli ordini per stato, nome del titolo e data. Lo stato dell’ordine può essere:
  • IMM: ordine immesso
  • ESE: ordine eseguito
  • CON: ordine condizionato
  • EPI: ordine eseguito parziale con revoca in corso
  • EPA: ordine eseguito parziale
  • EPR: ordine eseguito parziale revocato
  • INE: ordine non eseguito – ordine revocato dal cliente – ordine annullato prima di arrivare al mercato
  • RIF: ordine rifiutato dal mercato
  • INR: revoca in corso
La normativa vigente prevede l’obbligo di eseguire le negoziazioni alle migliori condizioni possibili per i clienti (Best Execution). La nostra piattaforma è una delle poche piattaforme italiane che offre la Best Execution Dinamica. Ciò assicura al cliente, al momento dell’immissione di un ordine su titoli con pluriquotazione, il miglior risultato possibile in funzione di prezzo, probabilità e rapidità di esecuzione, e costi, confrontando le condizione presenti sui diversi mercati su cui il titolo è quotato.
La Strong Authentication consiste in un livello di autenticazione superiore, e quindi più forte, rispetto alla semplice autenticazione con password. Il link presente sulla tua homepage ti consente di verificare la fattibilità e la durevolezza dell’autenticazione. Il link può assumere tre stati: disabilitato, attivo, autenticato.
Puoi consultare la tua Posizione Fiscale all’interno della pagina del Portafoglio. Il widget Posizione Fiscale mostra la posizione creditoria e debitoria nei confronti dello stato in dettaglio per singola operazione e in aggregato annuale.
I servizi informativi sono disponibili tutti i giorni, festivi inclusi, dalle ore 6.30 alle ore 23.30. La negoziazione è attiva i giorni di Borse aperte dalle ore 8.00 alle ore 22.00.

Certificates

Il Certificate è uno strumento finanziario che si caratterizza per un’ampia varietà di profili di rischio/rendimento e consente pertanto di realizzare soluzioni finanziarie in linea con le diverse esigenze d’investimento.
Tutta la documentazione si trova sul sito poste.it, pagina "Risparmio e Investimenti", sezione "Altri prodotti", vai al prodotto "Certificates".
Per sottoscrivere un Certificate occorre accedere alla piattaforma di accesso online ai mercati di Poste Italiane.
Nel caso di default dell'emittente, l'investitore si trova nella posizione di un vero e proprio creditore chirografario, cioè non privilegiato, senza alcuna garanzia reale della società.
Il sottostante è l'attività, finanziaria o reale, cui è collegato il valore del certificato. Può trattarsi di un titolo oppure di un indice azionario, di singole materie prime e basket delle stesse, valute oppure tassi di interesse. Il sottostante può essere composto da un singolo asset oppure da una pluralità di attività finanziarie.
La barriera indica il livello del sottostante in cui viene meno la copertura del capitale, la partecipazione al rialzo oppure al ribasso, la possibilità di conseguire il bonus.
È il valore dell'attività finanziaria sottostante con il quale, a scadenza, si confronta il prezzo del sottostante stesso per calcolare l’importo rimborsato dal Certificate.
In base alla capacità che i diversi certificati hanno di proteggere dall’andamento del sottostante, si distinguono tre tipologie. La prima è quella dei certificati a capitale protetto, il cui valore a scadenza non scende mai sotto la protezione. La seconda è costituita dai certificati a capitale condizionatamente protetto,  per i quali la protezione vale fino a un certo livello, e infine i certificati a capitale non protetto, ovvero quelli che non prevedono meccanismi di protezione.
Le principali caratteristiche sono: il riconoscimento di un bonus a condizione che a scadenza il sottostante non sia mai sceso sotto una barriera predefinita, in aggiunta alla restituzione del capitale investito; detto bonus può essere espresso come partecipazione al rialzo del sottostante a scadenza oppure può prevedere un valore prefissato se per lo strumento è previsto un "Cap".
Le principali caratteristiche sono: la possibilità di rimborso anticipato con pagamento di un ammontare prefissato, se a una delle date prestabilite il sottostante è superiore o uguale ad un prefissato livello (strike); il riconoscimento di un Premio di rimborso in aggiunta al capitale investito, se, a scadenza, il prezzo del sottostante è superiore o uguale ad un prefissato livello (Barriera di protezione del capitale investito). Se il sottostante è, invece, al di sotto della barriera, il Certificate rimborsa la performance del sottostante.
No, non è obbligatorio mantenere il Certificate fino alla sua scadenza. Un Certificate quotato sul mercato può essere venduto in ogni giorno di mercato aperto.
Tutti i Certificates collocati da Poste Italiane sono quotati/negoziati sul mercato regolamentato gestito da Borsa Italiana (Sedex) o sul Sistema Multilaterale di Negoziazione (EuroTLX) gestito da EuroTLX SIM Spa. Il prezzo di ciascun Certificate è pubblicato all’interno della piattaforma di Trading online.

Fondi comuni d’investimento

I fondi comuni sono strumenti di investimento, istituiti e gestiti da Società di Gestione del Risparmio, che riuniscono le somme di più risparmiatori e le investono, come un unico patrimonio, in attività finanziarie, ad esempio azioni, obbligazioni, titoli di stato, ecc. Sono suddivisi in tante parti unitarie, dette quote, che vengono sottoscritte dai risparmiatori e garantiscono uguali diritti. Gli strumenti finanziari e le disponibilità liquide che fanno parte del fondo sono custoditi dal Depositario.
Tutti i prodotti di BancoPosta Fondi sono disponibili presso gli oltre 11.000 Uffici Postali abilitati distribuiti su tutto il territorio italiano.
I Fondi BancoPosta sono sempre rimborsabili senza vincoli in ogni momento al valore ufficiale giornaliero della quota. L’operazione di rimborso, che può essere richiesta in qualsiasi ufficio postale se sei titolare di un conto BancoPosta o, in caso contrario, presso l’ufficio in cui hai aperto il rapporto fondi, è gravata, per tutti i fondi, da un diritto fisso pari a 2 euro. Alcuni fondi possono prevedere in aggiunta una commissione di rimborso applicabile ai disinvestimenti effettuati prima del raggiungimento dell’orizzonte temporale di investimento. Tutti i dettagli relativi ai costi sono disponibili nella documentazione d’offerta e nelle schede anagrafiche dei fondi. 
Il controvalore del tuo investimento può essere sempre calcolato moltiplicando il numero delle quote possedute per il valore della quota corrente (ultimo disponibile) pubblicato nella pagina Quotazioni. Inoltre, se sei titolare del conto BancoPosta online, potrai sempre visualizzare su questo sito internet la tua posizione fondi aggiornata. 
Un fondo obbligazionario è un fondo comune di investimento che investe esclusivamente in titoli obbligazionari, di emittenti governativi o privati (societari) e di diverse scadenze. Il patrimonio non investito in obbligazioni è detenuto come liquidità.
Quando i rendimenti delle obbligazioni di nuova emissione salgono, i prezzi di quelle a tasso fisso già esistenti scendono. I fondi comuni valorizzano ogni giorno le obbligazioni possedute ai prezzi di mercato per poter calcolare il valore giornaliero della quota del fondo. Per questo motivo, il valore reagisce subito alle variazioni di prezzo dei titoli presenti nel portafoglio del fondo: in presenza di un rialzo istantaneo dei tassi il valore di mercato di un fondo obbligazionario, o con prevalente componente obbligazionaria, si riduce nell’immediato, mentre il rendimento prospettico potenziale del portafoglio aumenterà allineandosi alle nuove condizioni. Viceversa accade, invece, in presenza di una diminuzione istantanea dei tassi.
Un fondo bilanciato è un fondo comune di investimento che può investire in azioni, obbligazioni e liquidità. In relazione alla tipologia di fondo bilanciato, l’investimento azionario può variare dal 10% al 90% del portafoglio. L’allocazione strategica del portafoglio è definita da un benchmark composito (ad es. 20%, 50%, 70% di azionario) rispetto al quale il gestore può deviare in misura più o meno limitata.
Per i fondi BancoPosta Mix 1, Mix 2 e Mix 3 sono previste due categorie di quote, definite quote di Classe a “Accumulazione” (Classe “A”) e quote di Classe a “Distribuzione” (Classe “D”), che si differenziano esclusivamente per la destinazione dei proventi:
  • la “Classe A” è ad accumulazione dei proventi; i proventi realizzati non vengono pertanto distribuiti ai partecipanti, ma restano compresi nel patrimonio del fondo concorrendo in questo modo ad accrescere l'investimento del cliente;
  • la “Classe D” è a distribuzione dei proventi; la SGR può distribuire annualmente ai partecipanti fino al 100% dei suddetti proventi conseguiti dalla Classe “D” dei fondi BancoPosta Mix 1, Mix 2 e Mix 3.
Sotto qualsiasi altro punto di vista (ad esempio politica di investimento, composizione del portafoglio, modalità di partecipazione, costi, ecc.) non vi sono differenze tra le due Classi di quote.
Un fondo flessibile è un fondo comune di investimento che ha la facoltà di investire sia in titoli azionari che obbligazionari, sottostando solo ai vincoli esplicitati nel Regolamento di gestione del fondo.
Si tratta di due diversi stili di gestione: nei fondi flessibili “Total Return” (come ad esempio BancoPosta Selezione Attiva) il gestore opera per conseguire un obiettivo di rendimento assoluto e positivo attraverso una allocazione dinamica nelle diverse asset class; in quelli “Absolute Return”, invece, il gestore mira a conseguire un rendimento positivo in ogni scenario di mercato avendo sempre come riferimento un limite di rischio predeterminato (come i fondi BancoPosta Sviluppo Mix).
Un fondo azionario è un fondo comune di investimento che investe principalmente in titoli azionari, in una percentuale minima del 70% del patrimonio del fondo. Il restante 30% può essere investito in titoli obbligazionari, monetari o detenuto come liquidità.
I rischi e le opportunità dell’investimento in un fondo azionario sono legati all’andamento dei mercati finanziari e dei titoli che il fondo ha acquistato. Trattandosi di azioni, il rischio, ma anche la possibilità di guadagno, è naturalmente maggiore. In ogni caso, anche in situazioni di mercato particolarmente negative, perdere tutto è praticamente impossibile: dovrebbero fallire tutte quante le società che hanno emesso i titoli acquistati dal fondo. Anzi, il fondo è lo strumento ideale per limitare al massimo questo tipo di rischi. I gestori, infatti, investono in decine e spesso centinaia di titoli diversi, riducendo al minimo le perdite causate dal fallimento o dal cattivo andamento di una singola società. 
Sono fondi che hanno una durata predefinita, al termine della quale il portafoglio viene liquidato o confluisce in un altro fondo. I fondi a scadenza possono essere di natura obbligazionaria o bilanciata o flessibile. Spesso, ma non sempre, distribuiscono dei proventi periodici

Servizi sui Fondi comuni d’investimento

L’importo minimo del versamento iniziale è di 50 euro. L’importo dei versamenti successivi dovrà essere di 50 euro o multipli.
Sì, puoi sottoscrivere più servizi «Accumula Più», sia sullo stesso fondo che su fondi diversi (ad ogni apertura PAC corrisponde un numero di contratto). Naturalmente, ricorda che il massimale è di 100.000 euro per testa assicurata.
Qualsiasi sia il sinistro che si verifichi, la somma verrà liquidata direttamente all’assicurato sul suo mezzo di pagamento o agli eredi, che saranno pertanto liberi di utilizzarla per la conclusione del PAC o per altri fini.
Il servizio «Investi e Consolida» non prevede la sottoscrizione di più Fondi Target; tuttavia, hai la possibilità di attivare più servizi «Investi e Consolida» indicando Fondi Target diversi.
Il servizio “Investi e Consolida” decade nel caso in cui tu richieda d’iniziativa rimborsi, anche parziali, sul Fondo Target oppure se il controvalore delle quote esistenti nel Fondo Base (BancoPosta Primo) non sono sufficienti all’addebito della rata unitaria. Se decidessi di riattivare il servizio, sarà necessario procedere con una nuova sottoscrizione.
No, il servizio prevede solo il pagamento di un diritto fisso pari a 10 euro in fase di adesione. Tuttavia ricorda che il passaggio da un fondo all’altro potrebbe comportare il pagamento di oneri fiscali in caso di plusvalenze sui rimborsi effettuati nelle fasi di «Investi» e «Consolida».
Hai bisogno di aiuto?

© Poste Italiane 2020 - Partita iva : 01114601006  

vai a inizio pagina