La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

Superbonus 110% e altri bonus fiscali Nell’ambito delle misure previste dal Decreto Rilancio (Decreto Legge n. 34/2020, convertito con modifiche nella Legge del 17 luglio 2020, n.77), Poste Italiane offrirà ai titolari di un conto corrente BancoPosta la soluzione di cessione dei crediti d’imposta.
Attualmente il servizio è disponibile solo online per Imprese e Liberi Professionisti abilitati al servizio Internet Banking e, dal 19 ottobre, sarà disponibile per le Persone Fisiche abilitate al servizio Internet Banking e presso gli Uffici Postali.

La normativa in sintesi

Il Decreto Rilancio convertito con modifiche nella Legge n. 77/2020, con l’obiettivo di favorire la ripresa dell’economia a seguito dell’emergenza COVID-19, ha previsto importanti agevolazioni fiscali a sostegno di Cittadini e Imprese.

 
AGEVOLAZIONI FISCALI1
BENEFICIARI
110% per interventi di ristrutturazioni green (c.d. Ecobonus) e riduzione del rischio sismico (c.d. Sismabonus) nonché per l’installazione di impianti solari fotovoltaici e di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici
  • Persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni
  • Condomini
  • Istituti Autonomi Case Popolari (IACP) nonché Enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti Istituti, istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di “in house providing”
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • Organizzazioni senza scopo di lucro, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale
  • Associazioni e società sportive  dilettantistiche (ASD), per  gli  interventi su  immobili  o  parti  di immobili adibiti a spogliatoi
60% per adeguamento ambienti di lavoro
  • Soggetti esercenti attività di impresa, arti o professioni in luoghi aperti al pubblico
  • Associazioni, Fondazioni ed altri Enti privati, compreso terzo settore
60% per sanificazione e dispositivi di protezione
  • Soggetti esercenti attività di impresa, arti e professioni
  • Enti non commerciali, compreso terzo settore e Enti religiosi civilmente riconosciuti
60% per canone di locazione immobili ad uso non abitativo e affitto d’azienda
  • Soggetti esercenti attività di impresa, arti o professioni, con ricavi o compensi non superiori ai 5 mln€ nel periodo d'imposta precedente e con riduzione fatturato2
  • Enti non commerciali, compreso terzo settore e Enti religiosi civilmente riconosciuti
Tax Credit Vacanze
  • Nuclei familiari con ISEE non superiore a 40.000 euro
 
È stata altresì introdotta, nei limiti ed alle condizioni previste dalla normativa di riferimento, la possibilità di cedere anche crediti relativi ad agevolazioni preesistenti quali, a titolo esemplificativo: il “bonus facciate”, gli altri “ecobonus” preesistenti e il “bonus ristrutturazione”.
 

Nei limiti e alle condizioni previste dalle norme di riferimento.
2 Ai soggetti locatari esercenti attività economica, il credito d'imposta spetta a condizione che abbiano subito una riduzione del fatturato o dei corrispettivi nei mesi di riferimento di almeno il 50% rispetto allo stesso mese del periodo d'imposta precedente (la misura si applica alle strutture alberghiere e turistiche indipendentemente dal volume di ricavi e compensi registrati nel periodo d'imposta precedente).

Come usufruire delle agevolazioni fiscali

  • I contribuenti possono recuperare il credito d’imposta detraendolo dalle tasse, oppure, per alcune tipologie di bonus tra cui il Superbonus al 110%, scegliere tra queste due opzioni:
     

Sconto in fattura

Il Cittadino può cedere il suo credito d'imposta all’Impresa che effettua i lavori a fronte di uno sconto in fattura fino ad un importo massimo pari alla spesa sostenuta e sempre nei limiti di spesa previsti dalla normativa di riferimento. L’Impresa a sua volta può decidere di cedere il credito a soggetti terzi, inclusa Poste Italiane, e ottenere liquidità in un’unica soluzione.​

Cessione del credito

Il Cittadino o l’Impresa possono cedere il proprio credito d'imposta a soggetti terzi, inclusa Poste Italiane, e ottenere liquidità in un’unica soluzione.​

Soluzione di cessione del credito

  • Con la cessione del credito, i titolari di un conto corrente BancoPosta potranno cedere a Poste Italiane i propri crediti d’imposta relativi ai bonus fiscali previsti dal Decreto Rilancio convertito con modifiche nella Legge n. 77/2020, incluso il Superbonus al 110%, ottenendo la liquidità in un’unica soluzione.
 
  • Per sottoscrivere la soluzione di cessione del credito di Poste Italiane direttamente on line, sarà necessario, oltre ad essere titolari di un conto corrente BancoPosta, avere il servizio di internet banking attivo. Dal 19 ottobre, la cessione potrà essere sottoscritta anche presso gli Uffici Postali.
 
  • Per i Cittadini titolari di un conto corrente BancoPosta e di un credito d’imposta secondo i requisiti previsti dalla normativa di riferimento, la soluzione di cessione del credito di Poste Italiane sarà disponibile dal 19 ottobre secondo modalità e termini che verranno successivamente comunicati.
 
  • Per le Imprese e Liberi Professionisti titolari di un conto corrente BancoPosta con internet Banking attivo, la soluzione di cessione del credito di Poste Italiane è disponibile attraverso la procedura di richiesta on line. Scopri quali crediti puoi cedere fin da subito.
 

Superbonus 110% e altri bonus fiscali
 

Superbonus 110% e altri bonus fiscali

 

Nel corso degli anni, Poste Italiane si è dimostrata in grado di trasformare le sue strutture operative e i suoi servizi adattandosi ai bisogni di mercato e, in alcuni casi anticipandoli, attraverso investimenti continui in tecnologia e knowhow.

L’Azienda è consapevole del pro­prio ruolo di responsabilità a supporto dello sviluppo del Paese e, per tale ragione, si è impegnata ad intraprendere azioni sempre più orientate a promuovere valore condiviso nel breve, medio e lungo termine.

La soluzione di cessione dei crediti d’imposta, nell’ambito delle misure previste dal Decreto Rilancio convertito con modifiche nella Legge n. 77/2020, è un esempio concreto del percorso di sostenibilità intra­preso dal Gruppo.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Il servizio di cessione dei crediti, relativi a tutti i bonus fiscali del Decreto Rilancio (DL n. 34/2020, convertito con modifiche nella Legge 17 luglio 2020, n. 77) ed alle altre agevolazioni preesistenti, è fornito da Poste Italiane S.p.A. ai titolari di conto corrente BancoPosta e titolari di almeno un credito d’imposta. Attualmente il servizio è disponibile solo online per le persone giuridiche (Liberi Professionisti e Imprese) abilitate al servizio Internet Banking e, a seguire, sarà disponibile anche per le persone fisiche abilitate al servizio Internet Banking e presso gli Uffici Postali. Per le condizioni contrattuali ed economiche nonché relative ai contratti conclusi con tecniche a distanza di cui agli artt. 49 e ss. del decreto l.vo 206/2005 (Codice del Consumo), i termini del diritto di recesso, le limitazioni ed i reclami, consulta la documentazione contrattuale disponibile sul sito poste.it. Per maggiori informazioni e assistenza consulta il sito poste.it o chiama il numero gratuito 800.003.322 attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle ore 20:00, esclusi i festivi.