La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

FAQ Invio Denaro Domande frequenti sul trasferimento di denaro in Italia e all'estero.

Vaglia Eurogiro e MoneyGram

L'operazione di Vaglia Circolare non ha limiti di importo.
Il limite massimo di valore per il Vaglia Postale Ordinario è di 2.582,28 euro ad operazione.
 
I limiti massimi di valore per il Vaglia Veloce sono:
  • Limite per singola operazione: 999,99 euro
  • Limite complessivo per operazioni richieste presso gli  Uffici Postali da un singolo Ordinante in un   periodo  di 7 giorni  (compreso quello della richiesta) 999,99 euro
  • Limite complessivo per operazioni richieste presso gli  Uffici Postali da un singolo Ordinante in un   periodo di 30 giorni  (compreso quello della richiesta) 4.000,00 euro
L'importo massimo pagabile in Italia è di 999,99 euro, ma è possibile effettuare più transazioni, nel rispetto delle norme previste dalla legge sull'antiriciclaggio del denaro (legge n.197/91).
 
Il Vaglia Postale è pagabile a vista presso qualsiasi ufficio postale previa identificazione del beneficiario.
 
Il Vaglia proveniente dall'estero è trasferibile mediante girata se non reca la clausola "Ne payer qu'en main propre" (pagabile in mani proprie).
 
 
Per i paesi all’estero che aderiscono alla moneta unica, ovviamente, non è prevista alcuna commissione. Per i paesi europei che non aderiscono alla moneta unica, lo scarto di cambio è dell'1,5%, per i paesi extraeuropei è del 2%.
 
 
Per il pagamento di denaro all'estero degli ordini di pagamento (es. Vaglia Internazionale) trasmessi dall'Italia, il limite è generalmente di 30 giorni. In Italia, l'assegno di pagamento estero emesso a fronte degli ordini di pagamento ricevuti, ha una validità di 1 mese oltre quello di emissione. Scaduto tale periodo, l'assegno non può essere più pagato o rinnovato e l'importo trasferito viene restituito al mittente estero.
 
Il beneficiario potrà incassare il titolo entro la fine del secondo anno successivo a quello di emissione. Esempio: un Vaglia emesso il 12 marzo 2012, potrà essere riscosso non oltre il 31 dicembre 2014.
 
 
Sì, puoi cancellare le tue operazioni, solo su tua richiesta, nello stesso giorno in cui è stata inviata la transazione di denaro. In questo caso la commissione viene rimborsata.
 
Sì, ma solo su richiesta di chi ha effettuato l’operazione e a partire dal giorno successivo a quello di accettazione (nello stesso giorno è possibile effettuare la cancellazione). In questo caso la commissione non è rimborsabile. Il rimborso può essere effettuato solo se la comunicazione dell'operazione non è in possesso del beneficiario.
 
Sì. Il mittente ha a disposizione fino a 120 caratteri per comunicare o specificare la causale del versamento
Il cliente può richiedere, barrando l'apposita casella del modulo di richiesta Vaglia, il rilascio di Vaglia Postali (solo se inferiori a 1.000 euro) senza la clausola di non trasferibilità, pagando 1,50 euro a titolo di imposta di bollo.
 
Per 30 giorni. Una volta scaduto tale periodo, al mittente arriva un avviso di rimborso con il quale può recarsi presso l'ufficio postale per incassare l'importo versato (escluse le commissioni pagate al momento dell'emissione).
 
Viene applicato il cambio ufficiale Bloomberg Fixing (BFIX), aumentato dello scarto di cambio, che é dell'1,5% per i paesi europei fuori dall’euro e del 2% per i paesi extraeuropei. Per i Paesi aderenti alla moneta unica, ovviamente, non è prevista l'applicazione di alcuno scarto.
 
Non ci sono limiti al numero di Vaglia  che possono essere emessi, ma per i Vaglia Veloci sono previsti i seguenti limiti di valore:
  • Limite per singola operazione: 999,99 euro
  • Limite complessivo per operazioni richieste presso gli  uffici postali da un singolo Ordinante in un   periodo  di 7 giorni  (compreso quello della richiesta): 999,99 euro
  • Limite complessivo per operazioni richieste presso gli  uffici postali da un singolo Ordinante in un   periodo di 30 giorni  (compreso quello della richiesta): 4.000,00 euro

 
Il termine di validità varia in base al paese di provenienza. Per i paesi dell’Unione Europea il termine è di un mese oltre quello di emissione, mentre per gli altri paesi la scadenza massima è di 3 mesi. A prescindere dal paese di destinazione, il titolo può essere rivalidato.
 
Per il pagamento all'estero degli ordini di pagamento trasmessi dall'Italia, il limite è generalmente di 30 giorni. In Italia, l'assegno di pagamento estero emesso a fronte degli ordini di pagamento ricevuti, ha una validità di un mese oltre quello di emissione. Scaduto tale periodo l'assegno non può essere più pagato o rinnovato e l'importo trasferito viene restituito al mittente estero.
 

Western Union

L'importo massimo che è possibile inviare  è di 1000,00 euro al giorno a transazione e 3000,00 euro al mese

 
In questa schermata e soltanto al primo accesso dovrai inserire il tuo indirizzo di fatturazione (residenza o domicilio) e il tuo indirizzo e-mail. Tali informazioni sono necessarie per l’utilizzo del servizio. Questi dati potranno essere successivamente modificati accedendo in App Postepay alla Sezione «Indirizzo di fatturazione» e “Indirizzo e-mail” del tuo Profilo.


 

Si, il  rimborso avviene ad oggi su richiesta da parte del cliente presso il Servizio Clienti e prevede il rimborso del solo importo inviato. Nel caso in cui il mancato pagamento al beneficiario sia imputabile a Western Union, anche le commissioni verranno rimborsate. Il rimborso avverrà con riaccredito sulla carta utilizzata per l’invio secondo le modalità e i tempi previsti da PostePay

 




 
Si, puoi annullare un trasferimento  nello stesso giorno in cui è stata effettuata l’operazione  solo se il destinatario non ha ancora ritirato il denaro. Chiama il Servizio Clienti e segui le indicazioni dell’Operatore.

Puoi utilizzare il servizio con la Carta Postepay Evolution

 




 
Hai bisogno di aiuto?

© Poste Italiane 2020 - Partita iva : 01114601006  

vai a inizio pagina