La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

Glossario Successione ereditaria Spiegazione dei termini più utilizzati nella Successione ereditaria.

Glossario

Asssite la persona che, per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica si trova nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, è nominato dal giudice tutelare
L'atto di notorietà, o attestazione giurata, consiste nella dichiarazione sotto giuramento resa da due testimoni maggiorenni dinanzi ad notaio o ad un un cancelliere per certificare stati, qualità personali o fatti di cui sono a conoscenza e che sono pubblicamente noti. Poste italiane richiede l'atto di notorietà quandosussistono congiuntamente le seguenti condizioni: a.esonero dall’obbligo di presentazione della Dichiarazione di Successione b.richieste di rimborso somme per importi superiori a € 150.000
Soggetto a cui è affidata l'assistenza dell'erede inabilitato o minore emancipato ed è nominato dal giudice tutelare.
Colui che viene incaricato dall'autorità giudiziaria della gestione del complesso dei beni ereditari sino a che non intervenga una accettazione da parte di un chiamato o, in mancanza, della devoluzione allo Stato in mancanza di eredi.
La Dichiarazione di Credito è una certificazione ad uso successorio da presentare all'Agenzia delle Entrate ai fini della compilazione e per il rilascio della Dichiarazione di Successione. È rilasciata da Poste Italiane SPA o da BancoPosta Fondi SGR ed attesta i saldi alla data del decesso dei rapporti e titoli riconducibili al de cuius e rilevanti ai fini della presentazione della Dichiarazione di successione.
E' la dichiarazione sottoscritta dagli eredi se si verificano contemporaneamente le seguenti condizioni:
1. l’attivo ereditario non supera il valore di € 100.000 e non comprende beni immobili o diritti reali immobiliari
2. l’eredità è devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto (discendenti o ascendenti, no fratelli/sorelle);
Dichiarazione presentata all'Agenzia delle Entrate che ne rilascia copia con attestazione di avvenuta presentazione.
Dichiarazione che attesta stati, qualità personali o fatti che siano a diretta conoscenza dell'interessato, redatta e sottoscritta da uno degli eredi con firma debitamente autenticata da un Pubblico Ufficiale individuato ai sensi dell’art 21 comma 2 del DPR 445/2000 (notaio, segretario comunale, funzionario delegato dal sindaco)
Soggetto chiamato a succedere per legge o per testamento nei rapporti patrimoniali attivi e passivi trasmissibili del de cuius o in una quota di essi.
è il soggetto nominato nel testamento al quale viene affidato il compito di prendersi cura dell'esatta ed effettiva esecuzione delle ultime volontà del defunto.
è una disposizione a titolo particolare di determinati rapporti.
Soggetto al quale il testatore ha attribuito uno o più beni determinati attraverso una disposizione testamentaria (detta "legato").
La procura è IL NEGOZIO GIURIDICO CON IL QUALE UN SOGGETTO CONFERISCE ad altro soggetto (rappresentante o procuratore) il potere di RAPPRESENTARLO nel compimento di atti giuridici.
Attualmente sono esenti dall’applicazione dell’imposta di successione e dall’obbligo di indicazione nella dichiarazione di successione: titoli del debito pubblico (compresi BOT e CCT) e gli altri Titoli di Stato equiparati (BFP).
Soggetto che Rappresenta l'erede non Persona Fisica (Società, Ente, Associazione, ecc) individuata dal de cuius quale erede testamentario/LEGATARIO.
La richiesta va presentata all'ufficio postale per conoscere rapporti e titoli riconducibili al de cuius; è soggetta al pagamento di commissioni.
Erede; Amministratore di Sostegno; Curatore di Inabilitato/Minore Emancipato; Curatore Eredità giacente; Esecutore Testamentario; Legatario ; Procuratore; Rappresentante Legale di Persona Giuridica; Tutore.
E' la richiesta sottoscritta nell'ufficio postale con la quale si dà avvio al processo di liquidazione delle somme cadute in successione.
Indica il subentrare da parte di in soggetto in una posizione giuridica appartenente ad un altro soggetto a seguito dell'evento morte.
Nel caso in cui la persona non abbia disposto in tutto o in parte i suoi beni, l’eredità si devolve per legge in base alle disposizioni del Codice Civile che indica come essi devono essere devoluti. Nella successione legittima l'eredità si devolve al coniuge, ai discendenti, agli ascendenti, ai collaterali, agli altri parenti e allo Stato, nell'ordine e secondo le regole stabilite nel codice civile.
Si ha nel caso in cui un soggetto dispone dei propri beni per il tempo in cui avrà cessato di vivere mediante il testamento.
Atto con il quale taluno dispone per il tempo in cui avrà cessato di vivere di tutte le proprie sostanze o di parte di esse. Può contenere l’istitutizione di uno o più eredi o anche solo legati.
Soggetto nominato dal giudice tutelare e preposto alla tutela di persone che, in quanto minori (in assenza dei genitori o che per altre cause non possono esercitare la potestà genitoriale ) o interdetti, non sono in grado di curare personalmente i propri interessi e rispetto alle quali assume il ruolo di rappresentante legale dell'incapace, con poteri di rappresentanza e di gestione del patrimonio (art. 357 del c.c.).
Hai bisogno di aiuto?