dcsimg
La versione del tuo browser non è aggiornata. Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.

Permessi di soggiorno I servizi per i cittadini stranieri che vivono nel nostro Paese.

Descrizione

Vivere in Italia è più semplice

  • Richiedi il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno nel nostro Paese.
  • Scopri le procedure, i luoghi e i prezzi per presentare la domanda.

Scopri di più

Se provieni da un Paese extra Unione Europea rivolgiti a uffici postali, Comuni e patronati abilitati per richiedere il rilascio e il rinnovo del permesso di soggiorno per i seguenti motivi:
  • Affidamento
  • Adozione
  • Motivi religiosi
  • Residenza elettiva
  • Studio (per periodi superiori a tre mesi)
  • Missione
  • Asilo Politico (rinnovo)
  • Tirocinio formazione professionale
  • Attesa riacquisto cittadinanza
  • Attesa occupazione
  • Carta di soggiorno stranieri (ora denominata "Permesso di Soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo")
  • Lavoro Autonomo
  • Lavoro Subordinato
  • Lavoro sub-stagionale
  • Famiglia
  • Famiglia minore con minori di 14-18 anni
  • Soggiorno lavoro art. 27
  • Status apolide (rinnovo)
  • Conversione soggiorno da altra tipologia a: lavoro subordinato, autonomo, famiglia, studio, residenza elettiva
  • Duplicato Permesso
  • Carta soggiorno
  • Aggiornamento Permesso-Carta soggiorno (inserimento figli)
Per tutti gli altri rivolgiti alla Questura. Se hai il nullaosta e chiedi il rilascio del permesso di soggiorno per lavoro o famiglia rivolgiti allo Sportello Unico Immigrazione.
 
Se sei familiare straniero di cittadino italiano o di cittadino dell'Unione Europea e chiedi la Carta di soggiorno per familiare di cittadino UE, puoi scegliere di presentare la domanda tramite l'Ufficio Postale o direttamente in Questura. Per tali richieste non è previsto il pagamento dell’importo di 30,46 euro.
Se sei cittadino dell'Unione Europea, in linea con le regole relative l'ingresso ed il soggiorno per i cittadini dell'Unione Europea e per i loro familiari (decreto legislativo 6 febbraio 2007, nr. 30), non è più necessario richiedere la carta di soggiorno rilasciata dalla Questura: per i soggiorni inferiori a tre mesi non è richiesta alcuna formalità, mentre per i soggiorni di durata superiore ai tre mesi sarà sufficiente l’iscrizione anagrafica presso il Comune, come per il cittadino italiano.
Se provieni da un Paese extra Unione Europea, utilizza il kit giallo gratuito che trovi in tutti gli uffici postali e compilalo seguendo attentamente le istruzioni allegate al suo interno. Oltre alla domanda compilata, devi presentare la seguente documentazione:
  • passaporto o documento equipollente (in corso di validità), ai fini dell'identificazione da parte degli operatori postali
  • ricevuta del bollettino postale relativo al pagamento dell’importo dovuto per la richiesta del Permesso di Soggiorno Elettronico
  • fotocopia in formato A4 del medesimo documento di riconoscimento (si ricorda che sono necessarie solo le pagine contenenti i dati anagrafici dell'intestatario ed i timbri dei visti di ingresso ed uscita dal Paese)
  • fotocopia in formato A4 di tutta l'ulteriore documentazione richiesta nelle istruzioni
Al termine della consegna della documentazione prevista, ti verrà rilasciata una lettera contenente la data, l'orario ed il luogo stabiliti per l'appuntamento necessario per le successive attività da condurre in Questura.
Non hai bisogno del kit: personale qualificato ti aiuterà nelle procedure. Se decidi di recarti presso un Comune o un patronato abilitato non ti serve il kit cartaceo. In questo caso potrai avvalerti di assistenza gratuita e qualificata per compilare la domanda. Potrai conoscere anche lo stato della tua pratica, una volta che è stata presentata attraverso gli uffici postali presenti sul territorio nazionale.
Rimane invariato il pagamento di:
  • 30,00 euro all'operatore dell'ufficio postale al momento della presentazione della domanda
  • 16 euro per la marca da bollo
Il kit cartaceo deve essere consegnato in busta aperta presso gli uffici postali con Sportello Amico. Se stai chiedendo il rinnovo, devi consegnare anche una copia del permesso di soggiorno scaduto e devi sempre esibire il passaporto. Per conoscere l'ufficio più vicino a te, puoi consultare il servizio Cerca ufficio e selezionare nel menù a tendina la voce "Permesso di soggiorno".
Per pagare il contributo e il permesso di soggiorno in formato elettronico dovrai utilizzare un solo bollettino di conto corrente apposito che troverai in tutti gli uffici postali.
Il costo del Permesso di Soggiorno Elettronico è di 30,46 euro, oltre l’eventuale contributo ove dovuto.
Deve essere inoltre effettuato il pagamento di:
  • 30,00 euro all'operatore dell'ufficio postale, al momento della presentazione della domanda
  • 16 euro per la marca da bollo
Dovrai conservare la ricevuta con ologramma che ti verrà rilasciata dall'operatore dell'ufficio postale: ha il valore dell'attuale cedolino. Nei casi di rinnovo del permesso di soggiorno, va allegata al permesso scaduto e sostituisce l'attuale cedolino.
Inoltre l'operatore dell'ufficio postale ti rilascia anche la lettera di convocazione contenente tutte le informazioni relative all'appuntamento fissato presso la Questura di competenza: sono indicate la data, l'ora ed il luogo in cui presentarsi per le successive attività di istruttoria della domanda.

L’operatore dell’ufficio postale, contestualmente al ritiro della tua  documentazione, ti rilascia la lettera di convocazione che contiene data,  ora e Ufficio Immigrazione della Questura dove recarsi per effettuare i rilievi fotodattiloscopici.

Per verificare lo stato di lavorazione della tua domanda puoi consultare il sito PortaleImmigrazione.it. Riceverai dalla Questura le informazioni necessarie per il ritiro, non appena il permesso di soggiorno elettronico sarà stato prodotto. Sul sito della Poliziadistato.it potrai infine verificare la disponibilità degli uffici per poterlo ritirare.

Sul sito PortaleImmigrazione.it puoi trovare:
  • informazioni generali sulla procedura
  • indirizzi dei Comuni e dei Patronati abilitati
  • indirizzi degli Uffici Postali con Sportello Amico
  • stato di avanzamento della tua pratica inserendo in un'area riservata user id e password riportati sulla ricevuta
803.1601 di Poste Italiane per conoscere l'indirizzo degli uffici postali con Sportello Amico. Attivo dal lunedì al sabato, con orario 8-20.
848.855.888 (tariffa urbana), per informazioni sullo di stato di avanzamento della tua pratica. Attivo dal lunedì al venerdì, con orario 8-20.
 

1chiamata gratuita per chi chiama da rete fissa; chi accede da rete mobile al servizio clienti di Poste Italiane dovrà comporre il n. 199.100.160. Il costo della chiamata è legato all'operatore utilizzato ed è pari al massimo a euro 0,60 al minuto più euro 0,15 alla risposta.

Regole per l'ingresso e il soggiorno per i cittadini dell'Unione Europea e per i loro familiari (decreto legislativo 6 febbraio 2007, nr. 30)
Non serve più la carta di soggiorno rilasciata dalla Questura: per i soggiorni inferiori a tre mesi non è richiesta alcuna formalità, mentre per i soggiorni di durata superiore ai tre mesi è sufficiente l'iscrizione anagrafica presso il Comune, come per il cittadino italiano.
I cittadini dell'Unione che hanno presentato la domanda di carta di soggiorno prima dell'11 aprile, possono iscriversi all'anagrafe con la ricevuta rilasciata dalla Questura o da Poste Italiane e con l'autocertificazione dei requisiti richiesti dalla nuova normativa.
Non cambiano invece le regole per i congiunti. Il familiare non comunitario del cittadino dell'Unione, infatti, continuerà a richiedere la carta di soggiorno alla Questura.
Per Approfondimenti vedi anche:
Hai bisogno di aiuto?

© Poste Italiane 2017 - Partita iva : 01114601006  

vai a inizio pagina